+39 0743 221221

Festa di San Ponziano – 14 Gennaio 2020

Celebrazioni oltre l’Epifania; Gennaio è il mese della festa di San Ponziano patrono di Spoleto

“L’Epifania tutte le feste le porta via!”. Un detto storico e senza dubbio vero..tranne che a Spoleto.
Il 06 Gennaio rappresenta l’ultima tradizionale e sentitissima ricorrenza delle feste di Natale, in cui si ricorda l’avvento dei Re Magi. L’Epifania viene celebrata in tante città italiane e di tutto il mondo con l’arrivo della Befana, tra eventi folkloristici e bancarelle (da non perdere ad esempio la Festa in Piazza Navona). Dal giorno successivo vengono spente quelle suggestive ed originali luminarie che tante emozioni regalano ad ognuno di noi. Ci sono però dei luoghi in cui la storia regala la possibilità di prolungare questi magici momenti invernali. Il mese di Gennaio in Umbria è anche sinonimo di festa di San Ponziano patrono di Spoleto. Una sentitissima ricorrenza cittadina che ricorda il martirio del Santo Patrono e che ogni anno raccoglie tutta la comunità oltre a curiosi turisti alla scoperta di percorso liturgico ed artistico di notevole interesse.

La festa di San Ponziano è ben evidente anche nel ricco programma di Spoleto d’Inverno, che sta già regalando momenti di sano e ricco intrattenimento. Con questa annuale celebrazione, Spoleto e l’Umbria si arricchiscono di una nuova esperienza da fare in inverno. Ma quando si celebra la festa del Santo Ponziano da Spoleto?

In realtà si tratta di un evento che comprende alcune emozionanti giornate fino ad arrivare al clou del 14 Gennaio, giorno in cui si concentrano le varie celebrazioni intorno alle spoglie del Santo Patrono. La tradizione vuole che i giorni antecedenti alla giornata clou, siano caratterizzate da eventi e celebrazioni a cui partecipano anche Chiese e borghi limitrofi. Un intenso cammino di accompagnamento fino al giorno più atteso. Ogni 14 Gennaio le reliquie del martire vengono riportate nel monastero di Spoleto con annessa Basilica a lui dedicati. Il tutto si svolge con la celebre processione di San Ponziano, aperta da imponenti cavalli e solenni cavalieri. Non a caso Ponziano da Spoleto, nell’iconografia locale, è raffigurato a dorso di un cavallo e definito come un “Felice cavaliere del cielo”. 

Una storia locale per un culto internazionale. Cosa sapere su San Ponziano Patrono di Spoleto

La tormentata ed interessante storia legata alla vita del Santo, descrive Ponziano da Spoleto come un discendente di nobile famiglia locale, ai tempi dell’imperatore Marco Aurelio. Una notte Ponziano ebbe un sogno che avrebbe drasticamente cambiato quella stessa storia, unendola indissolubilmente a quella di Spoleto. A seguito del sogno, egli raccolse l’invito del Signore che lo  esortava a diventare un suo servitore. Ponziano predicò il nome del Signore, combattendo in prima persona le persecuzioni “fabiane” dei cristiani . Risale al suo arresto la citazione più celebre nella quale egli diceva: “Io sono Ponziano ma mi puoi chiamare Cristiano”. Una dichiarazione forte che gli costò il martirio, solo dopo aver resistito a prove estreme:

  • Lanciato in una gabbia di leoni, i quali però neanche lo toccarono
  • Costretto a camminare su carboni ardenti, senza che egli ne soffrisse alcuna pena
  • Fu messo a digiuno senza acqua e cibo, ma gli Angeli provvedevano a fornirgli ogni vivanda.

Nel 175 si decise per la pena capitale per mezzo di decapitazione. Ponziano da Spoleto venne condotto in un ponte (da allora chiamato Ponte Sanguinario) e ucciso. La sua testa rimbalzò fino al colle in cui tutt’oggi si innalza il Monastero di San Ponziano.
Importanti curiosità riguardano il profilo internazione e protettivo che assume il culo di San Ponziano. Durante un viaggio a Roma il Vescovo Baldrigo di Utrecht, ricevette in dono dagli spoletini delle spoglie del patrono che portò con sé. Da allora anche nella ridente città olandese, questa giornata è celebrata la festa di San Ponziano.

Il 14 Gennaio del 1703 le città umbre di Cascia e Norcia crollarono a causa di un terribile terremoto. Allo stesso modo anche nella giornata del martirio di Ponziano pare che la terrà tremò; fu allora che egli pronunciò un’altra celebre espressione, assicurando che “Spoleto tremerà ma non crollerà” . Ecco perchè il patrono di Spoleto è anche il protettore dai terremoti.

Il Complesso di San Ponziano a Spoleto

Il Monastero di Spoleto è sicuramente tra le principali attrazioni da visitare in questa città. Come anticipato, il complesso si erge laddove cadde la testa del martire facendo improvvisamente zampillare una fonte. A pochi minuti a piedi dal centro della città, adagiata in un dolce e sinuoso colle, la Basilica di San Ponziano presenta elementi architettonici affascinanti. L’esterno della Chiesa ( XII-XIII sec.) ricorda di fatto le altre chiese spoletine di origine romanica. Sul lato sinistro si erge il campanile, mentre dalla parte destra è possibile scorgere il profilo di una bassa navata laterale. L’architrave del portale riporta l’Agnus Dei  raffigurato tra un leone ed un’aquila, mentre dell’originario rosone resta oggi la cornice ornata con bassorilievi e i quattro Evangelisti. La parte interna della Chiesa riflette invece uno stile settecentesco. Una pianta a tre navate con presbitero sopraelevato si adagia su una cripta sottostante coperta di affreschi nei secoli XIV e XV secoloTra questi sono da evidenziare:

  • la Madonna tra San Sebastiano e un altro santo, datato 148
  • San Bernardino da Siena
  • un fanciullo nudo che reca i segni di un completo martirio (forse San Ponziano, forse Simonino da Trento)
  • Madonna in trono con Bambino
  • Raffigurazione di San Rocco
  • Crocifissione con due Marie e l’animula portata in cielo

Molti degli affreschi presenti sono opere di autori umbri del XV secolo con chiare ispirazioni giottesche. Di fortissimo impatto emozionale sono le rappresentazioni degli altari laterali con San Francesco che riceve le stimmate e l’Immacolata con i Santi. Entrambi guardano il dipinto dell’altare centrale con la Decapitazione di San Ponziano. Sulla pagina dedicata del sito del Comune di Spoleto sono disponibili foto ed altre informazioni sul complesso.

 

La ricorrenza di San Ponziano è l’occasione ideale per vivere una delle giornate più sentite per la città e partecipare agli eventi in programma!

Scoprite ed ammirare la stupenda Chiesa e l’intero complesso dedicato al patrono di Spoleto! Prenotate il Vostro Soggiorno!

 

Spoleto d’Inverno 2019 – 2020

Regalarsi un magico Natale con gli eventi di Spoleto d'Inverno 2019/2020!

Che regalo gli eventi di Spoleto d’inverno! Ecco gli appuntamenti pensati per vivere le migliori vacanze di Natale in Umbria

Con il meteo che cambia si fa sempre più presente il richiamo della sempre magica atmosfera natalizia. Un periodo dell’anno che inevitabilmente ai piccoli e ai più grandi semplicemente perché denso di aspettative ed emozioni introvabili in altri momenti. La voglia di ritrovarsi, l’attesa dei regali e la ricerca di originali pacchi e pacchetti da fare i propri amici e parenti. In tutto questo anche le città e le destinazioni turistiche per Natale danno la migliore immagine di sé, dotandosi di uno scintillio di luci, luminarie ed addobbi senza le quali Natale non sarebbe lo stesso. Il fine anno 2019 sarà per Spoleto l’occasione di presentare ancora una volta una serie di divertenti ed emozionanti appuntamenti studiati per tutti. Ecco perché gli eventi di Spoleto d’Inverno 2019 – 2020 renderanno l’avvicinamento al Natale un’esperienza tutta da vivere suggestive luminarie che faranno da guida.

Anche a Spoleto l’atmosfera invernale – natalizia è da sempre ben sentita. Il miglior regalo che la città possa fare i propri visitatori è ogni anno quello di presentare un programma di eventi culturali e di intrattenimento che la collocano tra le migliori mete in cui trascorrere le vacanze natalizie. Trattasi di opportunità diverse rispetto a quelle offerte dalle ambitissime località montane e sciistiche, ma che soddisferanno ampiamente il desiderio di vedere Spoleto, città del Festival e di Don Matteo, sotto una luce ancor più magica.

Un programma che per oltre un mese doterà di altri notevoli spunti una già ricca offerta culturale ed artistica, in cui è presente anche una grandissima la Stagione di Prosa 2019/2020Gli eventi di Spoleto d’Inverno prevedono tutte quelle componenti che rendono speciale il periodo dicembre – gennaio, in un dinamico e mai banale alternarsi di:

  • Concerti a teatro e in piazza
  • Spettacoli teatrali
  • Fuochi d’artificio
  • Mercatini natalizi
  • Intrattenimento per bambini

Cosa vedere a Spoleto d’Inverno. Ecco tutti gli eventi per indimenticabili feste natalizie in Umbria

Il Natale a Spoleto inizia su ritmi scatenati già del 03 dicembre 2019. Sulla lunga scia del precedente cartellone Spoleto d’estate…e non solo, sarà la sacerdotessa del rock Patti Smith a riscaldare voci e cuori dei presenti al Teatro G. Carlo Menotti. Un evento prestigioso, inserito nel tour di sei tappe italiane della celebre cantante inglese che ha scelto Spoleto per presentare il suo “Word and Music”. Un riconoscimento importante per la città e per uno dei teatri più belli in Italia e per questo selezionato appositamente dall’icona del punk, da decenni simbolo mondiale di forme d’arte varie e potenti.

Accompagnamento al pianoforte e chitarra di Tony Shanahan. Qui le informazioni per acquistare i biglietti!

A dire il vero già dal 01 dicembre il Teatro G. Carlo Menotti vedrà l’esibizione promossa da Fontemaggiore per la rassegna “La Domenica dei Sogni” che da anni vuole avvicinare i bambini alla nobile arte del teatro. La varietà degli eventi di Spoleto d’Inverno 2019/2020 risponderà alle esigenze degli appassionati di ogni genere tra appunto musica, teatro, sport e mostre culturali. Di seguito tutte le date e gli appuntamenti del ricco programma di eventi invernali.

Natale con bambini a Spoleto. Ecco gli altri eventi studiati per far divertire tutta la famiglia:

  • Frozen Park: da sabato 23 Novembre 2020 fino al 26 Gennaio 2020 torna il divertimento ghiacciato per esperti e novelli pattinatori. Pista di pattinaggio posta in Via Fratelli Cervi.
  • Natale in Gioco: i weekend del 7-8 Dicembre, 14-15 Dicembre, 21-22 Dicembre saranno quelli della più emozionante animazione per bambini in compagnia di Babbo Natale. Dalle ore 16.30 alle 19.30.
  • Presepi in esposizione: torna con la X edizione Spoleto, la città in un Presepe presso la Chiesa di S.Simone da domenica 8 Dicembre a martedì 14 Gennaio, Festa di San Ponziano patrono della città.
  • Babbo Natale con la Croce Rossa: domenica 8 Dicembre alle ore 10.00 da Via Fratelli Cervi e Piazza della Libertà un appuntamento d’intrattenimento e cultura con la visita al museo dell’ex Ferrovia Spoleto – Norcia e passeggiata fino alla casa di Babbo Natale.
  • La Befana della Croce Rossa: così come per Natale, anche lunedì 06 Gennaio si attende con i bambini l’arrivo della Befana al piazzale Auditorium della Stella a partire dalle ore 15.00

Tipici Mercatini di Natale e fiere invernali

  • Fiera dell’Immacolata: dalle 08.00 alle 20.30 in Viale Trento e Trieste bancarelle di ogni tipo ed occasioni imperdibili.
  • Mercatino dell’Antico: per gli appassionati del vintage e dei pregiati pezzi d’antiquariato, sempre domenica 8 dicembre l’appuntamento e lungo tutte le vie e le piazze del centro storico, dalle 08.00 alle 20.00.
  • Mercatini di Natale: presso l’elegante parco della Casina dell’Ippocastano immancabili i tradizionali mercatini di Natale per scegliere i migliori souvenir e ricordi da conservare di queste vacanze natalizie in Umbria. Dal 29 Novembre al 14 Gennaio!
  • Fiera di San Ponziano: domenica 18 Gennaio si celebra ancora il Santo Patrono con una intera fiera dedicata sempre lungo Viale Trento e Trieste dalle 08.00 alle 20.00
Tanta musica agli eventi di Spoleto d’Inverno per celebrare il Natale e Capodanno tra tante melodie
  • Gran Gala Avis: tradizionale concerto della Banda Musicale di Spoleto per la giornata del Donatore. Ingresso libero domenica 08 Dicembre ore 17.00 al Teatro Nuovo G. Carlo Menotti.
  • DE RE MI…LLE AUGURI: La scuola di Musica e Danza  A. Onofri augura un sereno Natale con il concerto dei suoi allievi, venerdì 20 Dicembre alle ore 17.00
  • Scambiamoci gli Auguri!: ancora tempo di auguri in musica sabato 21 Dicembre al Teatro Nuovo G. Menotti ore 21.00 con la Novi Tovi Comites Orchestra. Partecipazione anche di Stefano Mhanna al violino solista e dei Laudesi Umbri.
  • THE LEGEND OF MORRICONE: il secondo volume di un repertorio di immensi capolavori di uno di più grandi compositori della storia recente. Arrangiamenti proposti dalla Simphony Orchestra in un concerto che promette di essere a fortissimo impatto emozionale. Sabato 28 Dicembre al Teatro Nuovo G. Menotti ore 21.00.
  • Capodanno in Piazza a Spoleto: in attesa dei fuochi d’artefici dalla Rocca Albornoz, si attende l’arrivo del 2020 dalle ore 22.30 in Piazza Garibaldi e lungo tutte le vie del centro storico. Concerti di Tony Esposito con Enrico Capuano & La TammurriataRock. street music per le vie del centro affidata invece alla BANDA IRÈ con i movimentati ritmi di samba, axè e funky.
  • I Giovani Talenti Spoletini: spazio anche ai talenti di casa in questo periodo natalizio in musica. Lunedì 06 Gennaio concerto dell’Epifania di Samuele Telari alla fisarmonica al Teatro Caio Melisso.
  • The Blue Band Live: Lunedì 13 Gennaio ci si prepara a vivere la successiva giornata di festa con il Blues della band spoletina ed il concerto “Blues Brothers soundtrack & much more”
  • La Foresta Incantata: da venerdì 29 Novembre a martedì 14 Gennaio il parco Chico Mendes sarà il palcoscenico di weekend con concerti, incantevoli luminarie e vari e spettacoli a spirito tipicamente natalizio.
Un Natale di Sport con tornei e premiazioni speciali
  • La Notte dei Campioni: sabato 14 Dicembre ore 17.00 al Ristorante Zengoni. Premiazione dei campionati nazionali ed internazionali a cura di Moto Club Spoleto e cena con ospiti illustri dello sport internazionale.
  • Giornata Spoletina dei Grandi dello Sport: Spoleto sempre più presente nelle importanti gare internazionali di sport. Natale è il periodo giusto per raccontare le gesta di questi validi atleti locali e premiarli per le loro distintive performances. Venerdì 27 Dicembre al Complesso Museale di San Nicolò.
  • 13° Torneo di Natale Città di Spoleto: così come a Pasqua la ASD Volley Spoleto presenta il torneo internazionale di pallavolo femminile per diverse età giovanili. Dal 27 al 29 Dicembre anche la pallavolo da sempre presente a Spoleto festeggia il periodo con tante società provenienti da ogni angolo d’Italia e non solo.
Il grande Teatro di Natale a Spoleto
  • Il Silenzio Grande: una commedia di Maurizio De Giovanni diretta dal grande Alessandro Gassmann e con interpreti di livello come Stefania Rocca. Spettacolo teatrale inserito nella stagione di Prosa 2019/2020, martedì 10 Dicembre Teatro G. Menotti ore 21.00.
  • Il Romanticismo del Secolo Scorso: due atti presentati dalla Filodrammatica Umbra; “Sulla porta di Genesio” e “La finestra della nonna”.
  • Cabaret Yiddish: venerdì 27 Dicembre presso al Teatro G. Menotti ore 21.00 uno spettacolo di musica e storie all’insegna della tradizione ebraica. Un evento di Moni Ovadia che il Festival dei Due Mondi ha voluto come regalo invernale alla città ed ai suoi visitatori.
  • Riposino in Pace: Sabato 11 Gennaio al Teatro Caio Melisso ore 21.00. Una commedia a cura della spoletina compagnia teatrale GAD La Maschera.
  • L’Onore Perduto di Katharina Blum: un altro grande spettacolo tratto dal romanzo di Heinrich Boll del 1974 ed inserito nella Stagione di Prosa 2019/2020. Domenica 12 Gennaio ore 21.00 Teatro G. Menotti. Un’opera che descrive come può svilupparsi e dove può portare la violenza, in un personaggio femminile qualunque diventato vittima della stampa scandalistica.

Da segnalare in ultimo le interessantissime mostre allestite a Palazzo Collicola dal 14 Dicembre a domenica 8 Marzo. Gianmarco Notargiacomo e Marco Tonelli sono gli autori di “Convergenze. Notargiacomo in dialogo con opere della collezione GAM di Spoleto”. Giorgio Flamini proporrà invece una collezione dal titolo “Pietro Raspi: i collages”. Ce n’è davvero per tutti i gusti quest’anno in queste feste di fine di Natale e fine anno. Un mese e mezzo da vivere tutto d’un fiato che giustifica, se mai ce ne fosse bisogno, tutti i perché di visitare Spoleto e tutti i magici borghi dell’Umbria in un periodo che per magia e fascino non ha eguali.

Gli eventi di Spoleto d’Inverno rappresentano oltre 20 buoni motivi per scegliere di trascorrere delle vacanze natalizie tra luci, arte, sport ed intrattenimento per bambini!

 

Se non volete perdere l’occasione di scoprire Spoleto avvolta da un’atmosfera ancor più magica, Prenotate Qui il Vostro Soggirono Invernale!

 

 

Stagione di Prosa a Spoleto 2019/2020

Giò iniziata una incredibile stagione di prosa a Spoleto 2019/2020

Il Teatro torna protagonista in Umbria con una spettacolare Stagione di Prosa a Spoleto 2019/2020

Ecco tutte le opere da non perdere dopo la premier che ha entusiasmato il pubblico

Lo spettacolo andato in scena nel pomeriggio di Domenica 27 Ottobre al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, L’ANIMA BUONA DI SEZUAN” da Bertold Brecht, che ha visto principale interprete e firma registica di Monica Guerritore, tra i più importanti volti artistici del panorama italiano, ha dato il via ad una strepitosa stagione di prosa a Spoleto 2019/2020.

Come ogni anno con l’affermarsi dell’autunno, coincide con lo svolgimento di una attesissima stagione teatrale a Spoleto. Non bastavano i 550 abbonamenti ottenuti lo scorso anno, il richiamo del grande teatro in Umbria si è fatto sentire in misura ancora più forte per questa stagione di prosa 2019/2020. I numeri parlano infatti già di oltre 600 fedeli ed assidue partecipazioni. Numeri destinati a crescere fino alla fine di marzo quando avrà luogo l’atto conclusivo di questa nuova carrellata di alcuni tra i più prestigiosi spettacoli teatrali in Italia.

Una edizione segnata dal forte richiamo dei grandi capolavori letterari e dei grandi classici, abbinati all’arte della reinterpretazione affidata all’estro di attori e registi di primo livello. Il Teatro e la città di Spoleto rinnovano un legame ormai rinsaldato negli anni e che se mai ce ne fosse bisogno, eleva la città a centro di manifestazioni artistiche di qualità riconosciuta da pubblico e professionisti. La Stagione di Prosa a Spoleto 2019/2020 propone un programma di spettacoli con opere, di cui 3 esclusive regionali, che spaziano per tematiche proposte e per realizzazione di prestigiose collaborazioni con altri teatri e con volti noti anche del grande schermo. Da sottolineare infatti sono i nomi degli artisti a cui il pubblico affiderà il proprio desiderio di teatro. Detto della premier che ha visto scrosci di applausi per Monica Guerritore, la rosa di attori ed interpreti presenti in questa edizione si compone tra gli altri di:

  • Mariangela D’Abbraccio
  • Daniele Pecci
  • Stefania Ricca
  • Alessandro Gasmann
  • Giuliano Sangiorgi

Stagione di Prosa a Spoleto nuova edizione. Ecco il programma completo con orari e date

Il cartellone della Stagione di Prosa a Spoleto 2019/2020 ha naturalmente suscitato entusiasmo sin dalle prime anticipazioni, che ha portato come detto alla sostanziosa vendita di abbonamenti. Varietà ed eclettismo fanno da cornice ed anello congiungente di  produzioni, interpreti, situazioni e contesti drammaturgici, di provenienza e percorsi artistici anche differente. Il punto di incontro sarà ancora una volta l’Umbria, con Spoleto a fare da capofila per ciò che riguarda gli eventi invernali artistici e culturali (ancora in corso anche un inedito festival a ritmo Jazz!)

Gli spettacoli della Stagione di Prosa a Spoleto torneranno ad un mese dalla messa in scena inaugurale. Da fine novembre dunque, l’appuntamento con il miglior teatro proseguirà fino agli inizi della primavera. Gli appassionati cittadini e turisti che vorranno scoprire Spoleto durante questo inverno, troveranno ad accoglierli i più attesi spettacoli teatrali in Umbria pronti a stupirli ed arricchire una indimenticabile esperienza in questi territorio.

Di seguito il programma degli spettacoli a Spoleto. Il teatro prescelto per le rappresentazioni è maestoso Teatro Nuovo G. Menotti. Ci sarà comunque l’occasione di godere anche del più piccolo ma altrettanto suggestivo Teatro Caio Melisso. Per tutti gli altri eventi della Stagione di Prosa nelle altre città umbre visitare il sito ufficiale del Teatro Stabile dell’Umbria:

  • Sabato 23 Novembre, ore 21.00 al “Teatro Nuovo G.Menotti”: UN TRAM CHE SI CHIAMA DESIDERIO, altra esclusiva per Spoleto questa opera di Tennessee Williams. Un Capolavoro che rivivrà in terra umbra grazie alle straordinarie interpretazioni di Mariangela D’abbraccio e Daniele Pecci e la regia Pier Luigi Pizzi.
  • Martedì 10 dicembre ore 21.00 al Teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti”: “IL SILENZIO GRANDE” , commedia di Maurizio De Giovanni, famosissimo autore di numerosi libri di successo, come le serie televisive Il Commissario Ricciardi fino a I Bastardi di Pizzofalcone. Commedia diretta da Alessandro Gassmann con Massimiliano Gallo e con Stefania Rocca, Monica Nappo, Paola Senatore, Jacopo Sorbini.
  • Domenica 21 Gennaio 2020 ore 21.00 al “Teatro Nuovo G. Menotti” : Dal romanzo di Heinrich Böll è tratto “L’ONORE PERDUTO DI KATHARINA BLUM”, con Elena Radonicich, Peppino Mazzotta e la Compagnia del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia per la regia Franco Però.
  • Domenica 09 Febbraio 2020 al Teatro Nuovo G. Menotti ore 17.00: La compagnia di danza di ATERBALLETTO si confronta con uno dei testi più celebrati di Shakespeare in “TEMPESTA” con le coreografie Giuseppe Spota e le musiche originali di Giuliano Sangiorgi, frontman dei Negramaro.
  • Sabato 29 febbraio alle ore 21 e Domenica 01 marzo alle ore 17 saranno i giorni del “Teatro Caio Melisso – Spazio Carla Fendi” con una produzione del Teatro Stabile dell’Umbria: si tratta di “NOSTALGIA DI DIO DOVE LA META È L’INIZIO”. Un testo che esce dalla penna di e sotto la guida di Lucia Calamaro con Alfredo Angelici, Cecilia Di Giuli,Francesco Spaziani, Simona Senzacqua.
  • Grande chiusura della Stagione di Prosa 2019/2020 Martedì 24 marzo alle ore 21.00 al Teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti” con LE AFFINITÀ ELETTIVE di Johann Wolfgang von Goethe. La riscrittura è ad opera di Maria Teresa Berardelli e la regia Andrea Baracco con interpreti di primo piano come Elena Arvigo, Silvia D’Amico, Denis Fasolo, Gabriele Portoghese.

Informazioni e Costo dei biglietti della Stagione di Prosa a Spoleto 2019/2020

Oltre al tariffario degli abbonamenti, il prezzo della vendita dei biglietti per questa stagione teatrale è così articolato:

  • Platea, posto palco platea centrale, posto palco I ordine centrale: intero 21 euro (ridotto 18 euro).
  • Palco platea laterale I ordine laterale, II – III ordine centrale 17 euro (ridotto 14).
  • Posto palco II e III ordine laterale e galleria 10 euro.

Per prenotazioni telefoniche: Botteghino Telefonico Regionale del teatro stabile dell’Umbria al numero tel. 075.57542222 tutti i giorni feriali dalle 16 alle 20 fino al giorno precedente lo spettacolo.

Vendita dei biglietti Stagione di Prosa a Spoleto: botteghino Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti tel. 0743 222647 il giorno dello spettacolo dalle 16.30. Si ricorda che la vendita online sarà attiva dal 24 Novembre sul sito del teatro stabile dell’Umbria.

 

Autori ed interpreti d’eccezione hanno scelto la città dell’arte come palcoscenico di emozionanti opere!

 

Non perdete il ricco programma di questa nuova stagione teatrale! Prenotate qui il Vostro soggiorno!

 

 

73ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto – Settembre 2019

A settembre il via ufficiale alla 73ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto!

Un inizio di autunno 2019 ad alta voce: Al via la 73ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto

Dopo un’altra estate così entusiasmante dal punto di vista artistico, Spoleto guarda già con trepidante attesa all’arrivo dell’autunno e dei prossimi mesi del 2019. Siamo già nel pieno svolgimento di “Spoleto d’estate..e non solo” il cui programma assicura una vastissima scelta di eventi fino a dicembre. Focalizzando l’attenzione sull’aspetto teatrale, la città è già pronta a non far rimpiangere la qualità vista durante uno strepitoso Festival dei 2Mondi, proponendo un appuntamento che da decenni rappresenta un fiore all’occhiello per gli amanti della lirica e del buon teatro in generale. Settembre si appresta così ad essere ancora il mese che vede protagonista un’altra rassegna che rende questa città famosa nel mondo: è infatti già partita la 73ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto.

La stagione lirica è presente a Spoleto grazie all’Istituzione Teatro Lirico Sperimentale A.Belli operante dall’ormai lontano 1947. Fondato da Adriano Belli, l’istituzione si prefigge da ben 73 anni da l’onorevole e prestigioso scopo di di lanciare al professionismo in campo lirico i più promettenti talenti giovanili presenti nel panorama mondiale. L’esperimento raccoglie tutti aspiranti artisti giunti al termine del percorso di sudi canoro e che ancora devono debuttare sui palcoscenici più importanti. A questo proposito provvede il Concorso Lirico di Spoleto, riconosciuto come uno dei primi concorsi al mondo, organizzando un corso biennale dove gli artisti possano perfezionale la loro preparazione arricchendola di conoscenze che la scuola non apporta. In questo senso la preparazione non si limita al processo di preparazione delle opere ma anche e soprattutto al gesto.

La meticolosa organizzazione del percorso lirico di Spoleto prevede ogni anno che l’intera attività si sviluppi in tre fasi. Nel mese di marzo si svolge il Concorso per giovani cantanti lirici della Comunità Europea. Candidati provenienti da tutto il Vecchio Continenti si sfidano artisticamente sottoponendosi al giudizio finale di una selezionata giuria internazionale chiamata ad eleggere i vincitori.

La fase seguente di durata di cinque mesi prevede corsi di preparazione al debutto nei quali vengono impartite lezioni di:

  • dizione;
  • mimo;
  • recitazione;
  • perfezionamento vocale.

Ancora in seguito gli allievi studiano i ruoli scelti dal Direttore Artistico per il loro attesissimo debutto. La Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto di Settembre rappresenta dunque il perfetto completamento dell’intero percorso artistico.

Testimonianze di successo del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto

Protagonista principale ed indiscusso dell’opera lirica a Spoleto, il Teatro Lirico Sperimentale “A.Belli” ha alle sue spalle un’incredibile storia di successi e riconoscimenti. La maggior parte delle star in questo ricercato settore canoro hanno visto il concretizzarsi dei loro esordi proprio partecipando e vincendo il Concorso. Solo per citare alcuni dei suddetti artisti, hanno partecipato alla Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto:

  • Giangiacomo Guelfi
  • Ettore Bastianini
  • Anna Moffo
  • Elisabeth Norberg-Schulz
  • Giuseppe Morino
  • Monica Bacelli
  • Franco Corelli
  • Antonietta Stella
  • Anita Cerquetti
  • Marcello Giordani
  • Natale De Carolis

Allo stesso modo prestigiose sono le personalità che hanno collaborato nella didattica del Teatro e nelle storiche edizioni della Stagione Lirica Sperimentale come il grande Gigi Proietti. Il Teatro Lirico Sperimentale collabora oggi con i maggiori teatri lirici italiani e presenta orgogliosamente i propri concerti in diverse parti del mondo. il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto è da sempre attento anche a tematiche extra. In tema culturale è stato insignito del premio “Cultura di Gestione per le politiche di gestione, valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali” nel 2009. Un altro esempio riguarda l’apprezzato spot pubblicitario volto a promuovere la raccolta differenziata ispirato all’opera lirica nel corso del 2011. Per conoscere tutte le curiosità e le più importanti tappe storiche del Teatro si invita a consultare la pagina dedicata sul sito ufficiale.

Gli spettacoli della Stagione Lirica Sperimentale 2019 del Teatro Lirico A.Belli di Spoleto

– La prima ufficiale

La 73ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto ha avuto un primo inizio con la tradizionale anteprima di Agosto con EINE KLEINE MUSIK: ESPAÑA. Tocca dunque alla Spagna seguire le orme francesi del 2018 ed aprire questa emozionante stagione lirica. Sono stati suonati una serie di brani cantati su musiche di de Falla, Villa Lobos, Piazzolla e Albeniz che hanno fatto da prologo alla messa in scena de El Retablo de Maese Perdro di Manuel de Falla.

La partenza ufficiale della Stagione si terrà però  al Teatro Caio Melisso venerdì 6 settembre alle ore 20.30 con repliche sabato 7 settembre ore 20.30 e domenica 8 settembre ore 17.00. Le emozioni degli spettatori saranno affidate esecuzione assoluta di “Re di Donne”.  Si tratta di un’ opera da camera in cinque scene per 4 cantanti, ensemble strumentale ed elettronica su libretto di Cristina Battocletti e musica di John Palmer. Interamente commissionate dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto affronta il tema del femminicidio esplorando musicalmente gli aspetti psicologici dei personaggi.

Gli altri straordinari appuntamenti de La Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto 2019

Dopo la tragedia ci si affiderà alla vivacità scuola artistica napoletana con Drosilla e Nesso. Tante scene comiche di Carlo De Palma per L’Orismene e musica di Leonardo Leo nella nuova edizione curata da Lorenzo Tunesi. Alla attenta regia di Davide Gasparro sono affidati gli intrecci tra mascheramenti, invenzioni sceniche, schermaglie amorose. All’opera collabora anche Elena Zamparutti, vincitrice del Dutch National Design Award 2017-DNO Amsterdam. A dirigere cantanti ed  orchestra del Teatro Lirico Sperimentale ci sarà un grandissimo del settecentesco e barocco, il Pierfrancesco Borrelli. Gli intermezzi andranno in scena al Teatro Caio Melisso venerdì 13 settembre ore 21.00

repliche:
sabato 14 settembre ore 21.00
domenica 15 settembre ore 17.00 

A seguire sarà la volta di  Operalieder – Liebeslieder (regia di Davide Gasparro  e cantanti del Teatro lirico Sperimentale con su musiche di Brahms, Schubert e Schumann). Appuntamento al Complesso di Villa Redenta mercoledì 18 settembre ore 21.00.

Il gran finale della Stagione Teatrale a Spoleto è con il Barbiere di Siviglia

La preparazione alla degna e già attesa parentesi conclusiva di questa nuova emozionante stagione lirica 2019 avrà inizio da fine Agosto al Teatro Nuovo G. Carlo Menotti. Non può che essere scrupolosa l’organizzazione per una delle opere più famose in assoluto. Quest’anno visitatori e cittadini di a Spoleto avranno l’onore di assistere alla performance guidata dal regista Paolo Rossi, che si presenta con Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini. Un grande sforzo in termini numerici con doppia compagnia di cantanti e fino a tre interpreti per ruolo.

Lo spettacolo è la quarta esperienza di Rossi come regista e si appresta a ricalcare il successo delle precedenti. Alle scene ed i costumi i preziosi supporti di Andrea Stanisci e Clelia De Angelis. Ecco quando assistere all’opera al Teatro Nuovo di Spoleto:

  • martedì 17 Settembre ore 18.00 (riservato alle scuole)
  • mercoledì 18 e giovedì 19 Settembre ore 10.00 (riservato alle scuole)
  • venerdì 20 e sabato 21 Settembre ore 20.30
  • domenica 22 Settembre ore 17.00

Per aver un quadro più chiaro ed a portata di mano di tutti gli appuntamenti scaricate qui il programma e la locandina ufficiale!

Per gli amanti del genere la Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto è ormai un appuntamento tra i più importanti dell’anno!

Per tutti un’occasione di visita della città in un periodo artisito di quali di primo livello! Prenotate Qui il Vostro soggiorno di Settembre!