+39 0743 221221

Spoleto d’Inverno – 06 Dicembre/14 Gennaio

Dal 06 Dicembre prende il via Spoleto d'Inverno con tantissimi eventi!

Non solo sci! Con Spoleto d’Inverno le migliori vacanze di Natale sono in Umbria

A prescindere da declinazioni metereologiche difficilmente prevedibili si può constatare senza remore come l’inverno sia arrivato. Puntuale ogni anno il periodo in cui ci si trova coincide con l’esplosione di addobbi e luminarie che colorano le città italiane e non, dotandole di una sempre magica atmosfera natalizia. Da un lato proprio le luminarie stesse rappresentano per molti motivo di attrazione, accogliendo di buon grado le novità riguardanti ad esempio le straordinarie Luci di Salerno o le nuovissime luminarie di Bologna dedicate a Lucio Dalla. Ovviamente restano richiestissime le mete puramente invernali e sciistiche, oppurtanemente arrichite dai locali e tipici mercatini natalizi. Ma come si sa, il turismo invernale non è solo sci. Ecco dunque che nella città dell’arte è stato meticolosamente preparato un programma ricco di eventi imperdibili, artistici ma non solo. Grazie a “Spoleto d’Inverno” 2018/2019 la classica domanda del dove andare tra Natale e Capodanno trova nell’Umbria una naturale ed interessante risposta.

Avendo già parlato della aperture straordinarie dei Musei di Spoleto e della Stagione di Prosa da poco iniziata, è giunta l’ora di presentare il ricchissimo palinsensto della muova edizione di Spoleto d’inverno. Grazie a questa importante iniziativa, la città del Festival entra di diritto tra le migliori città italiane da visitare in inverno. Una carrellata di appuntamenti per tutti i gusti concepiti sia per i cittadini che per i turisti. Un cartellone, che grazie alla collaborazione delle diverse associazioni della città, assicura un’organizzazione di eventi che tra gli altri prevedono:

  • Rassegne Cinematografiche
  • Attività e giochi per bambini
  • Concerti e rappresentazioni teatrali
  • Mercatini e Presepi
  • Capodanno in Piazza…

…e molto altro! Il programma degli eventi invernali a Spoleto abbinerà alle vacanze natalizie e di fine anno, dei validi ed affascinanti momenti di incontro per scoprire ed ammirare la città vestita dei più sfavillanti abiti natalizi. Non resta che addentrarsi nei dettagli del programma degli eventi d’inverno, ancora promotri del vivace turismo natalizio a Spoleto.

Cosa fare in inverno a Spoleto? Ecco gli eventi previsti tra dicembre 2018 e gennaio 2019

La ricerca delle più suggestive sfumature di luci, i colori degli addobbi, la musica che vivacizza i vicoli dei borghi medievali, gli antichi e sempre vivi sapori della tradizione. Tutte queste ragioni giustificano il perchè visitare l’Umbria in invernoSpoleto d’Inverno nello specifico mette ancora in risalto le tantissime risorse locali introducendo imprescindibili tratti innovativi. Musica, danza, sport, cinema e teatro, sono da un lato elementi che confermano la spoletinità del tempo e dall’altro invitano i turisti a scegliere la città come meta di meritate vacanze.

Tra ritorni e novità: Il programma dei principali eventi di Spoleto d’Inverno

SPOLETO IN CORTO
  • Giovedì 6 e venerdì 7 dicembre al Complesso monumentale di San Nicolò:
    Tra proiezioni di corti d’autore e videoclip musicali ecco la prima edizione di “Spoleto Short Contest”. Prevista la proiezione dei lavori di maestri del genere come Simone Massi, Julia Gromskaya e Francesco Filippi.
UN NAT@LE CHE SIA TALE
  • 8,9,15 e 16 dicembre dalle 10.00 alle 19.00. Venerdì 7 e 14 dicembre dalle 15.00 alle 19.00 al largo Moneta dei giardini di viale Trento e Trieste. Gradita conferma per le giornate dei mercatini del volontariato e della soliderietà dell’Associazione InSIeme VOLA del compianto Padre Modesto.
  • Sabato 8 dicembre 08.00-20.00 Viale Trento e Trieste: TRADIZIONALE FIERA DELL’IMMACOLATA
    – ore 12.00 al Palazzo Collicola: VIRGINIA RYAN: ARTE, AFRICA E ALTROVE. Presentazione del libro della grande artista contemporanea, autirce di opere in questo hotel. A cura della Galleria Officina d’Arte & Tessuti.
    ore 17.00 Teatro Nuovo G.C. Menotti: CONCERTO DELL’IMMACOLATA. La Banda Città di Spoleto presenterà musiche tratte da famose colonore.
FROZEN PARK
  • Da Sabato 8 dicembre a Lunedì 14 gennaio piazzale dell’ex ferrovia Spoleto-Norcia. Le giornate invernali non possono non prevedere il divertente pattinaggio su ghiaccio!
MOSTRA CANINA NATALIZIA
  • a cura di Arci Caccia Umbria, una esposizione canina con gara cinofila giunta alla seconda edizione. Un’occasione per promuovere la necessaria adozione di questi fantastici amici del canile di Spoleto.
2a PASSEGGIATA FOTOGRAFICA SULLA EX FERROVIA SPOLETO-NORCIA
  • Domenica 9 dicembre ore 9.00 una speciale passeggiata guidata fino al ponte di Caprareccia della vecchia ferrovia Spoleto-Norcia.
FESTIVAL DEL CINEMA – PRIMO PIANO “PIANETA DONNA”
  • “Dalle donne nella storia alle donne protagoniste del cinema”. Tra gli eventi più attesi a cura dell’associazione AmaRCorD., si tratta di una rassegna di cinema dedicata alle grandi donne della Storia e della settima arte Presenti grandi attrici come Simona Izzo e Barbora Bobuľová. – – Lunedi 10 dicembre ore 18.00 Sala Pegasus: Inaugurazione del Festival e proiezioni
    – Dal 10 al 14 dicembre ore 18.00 e 21.30: Proiezione dei film e cortometraggi in concorso
    – Venerdì 14 ore 18.00 a Scheggino sala polivalente: Proiezione film
    – Sabato 15 ore 15.00 Biblioteca Comunale Palazzo Mauri:  tavola rotonda “Dalle donne della storia alle donne nella storia del cinema”.
    Sabato 15 ore 20.00 presso Albornoz Palace Hotel: Red carpet e cena di Gala con premiazione dei film vincitori!

CONSULTATE QUI TUTTE LE PROIEZIONI IN PROGRAMMA!

SPOLETO RICORDA LEONCILLO

  • Domenica 23 dicembre ore 15.30 Palazzo Collicola Arti Visive. Spoleto d’Inverno rende omaggio ad un grande artista spoletino del ‘900 in occasione del cinquantenario della morte con una mostra interamente dedicata.
CONCERTO DEGLI AUGURI DI NATALE
  • Domenica 23 dicembre ore 21.00 Teatro Nuovo G.C. Menotti. Ancora appuntamento con la grande arte in questo concerto a cura di UmbriaEnsemble con i A. Cicillini, C. Rossi, L. Ranieri, M. C. Berioli e la partecipazione della direttrice del Narnia Festival e grande artista Cristiana Pegoraro.
AMAHL E I VISITATORI NOTTURNI
  • Mercoledì 26 dicembre ore 18.30 Teatro Caio Melisso “Spazio Carla Fendi”. Una proeiezione dell’opera in un atto del fondatore del Festival dei Due Mondi Gian Carlo Menotti, realizzata appositamente per la tv statunitense e diretta da Thomas Schippers. Al termine farà seguito “Amahl e Spoleto”; conversazione con il Sindaco De Augustinis, Giorgio Ferrara, Alessio Vlad e Andrea Tomasini.
VIVALDI – LE QUATTRO STAGIONI, ROSSINI – LE SINFONIE
  • Sabato 29 dicembre ore 21.00 Teatro Nuovo G.C. Menotti. Grande concerto con musiche da Vivaldi a Rossini in occasione dei 150 anni della morte di Gioacchino Rossini. Ancora Cristiana Pegoraro al pianoforte e il Rome Chamber Ensemble diretto da Lorenzo Porzio.
CAPODANNO IN PIAZZA CON BRINDISI DI MEZZANOTTE
  • In Piazza Garibaldi si festeggia l’arrivo del nuovo anno con i Sardinia Rock sulle canzoni “I grandi successi di Mogol”. La musica del grande autore italiano allieterà il pubblico fino al brindisi della mezzanotte e gli spettacolari fuochi d’artificio! Ancora senza idee per il Cenone? Albronoz Palace Hotel propone un interessante pacchetto Capodanno qui consultabile!
FIERA DELL’EPIFANIA E FESTA DELLA BEFANA
  • Ancora una fiera al Piazzale Auditorium della Stella e poi appuntamento con tanta animazione per i bambini con l’arrivo della Befana alle 15.30 al Palazzo Coliccola Arti Visive.
CONCERTO DELL’EPIFANIA
  • Domenica 6 gennaio ore 17.00 Teatro Caio Melisso “Spazio Carla Fendi” si festeggia la giornata con il concerto del talentuoso pianista spoletino Eduardo Riganti Fulginei.

Ebbene si, come promesso ce n’è veramente per tutti in questa edizione di Spoleto d’Inverno. I sopraelencati sono solo una piccola anticipazione degli eventi che animeranno Spoleto tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019. Per le date e gli orari di tutti gli altri appuntamentI tra tanto sport, animazione per bambini, mercatini, mostre e presepi è possibile consultare il sito ufficiale!

Con impegno e dedizione per i grandi eventi Spoleto si conferma ancora città ideale per tutte le stagioni! A voi non resta che assicurarVi le meritate vacanze invernali prenotando il Vostro soggiorno in Umbria!

Aperture Deposito d’Arte e Beni culturali – 24 Novembre/12 Gennaio

con Deposito Aperto occasione di scoprire l'importante attività di restauro delle opere in crisi

Un patrimonio messo al sicuro. Ecco le visite guidate al Deposito d’Arte e dei Beni Culturali di Spoleto

Che Spoleto sia un luogo assolutamente centrale per il patrimonio artistico italiano ed internazionale è ormai cosa certa e visibile da tutti. Anche in inverno la città è pronta a regalare ai suoi visitatori momenti magici con le bellezze artistiche e le aperture dei musei, che assumeranno contorni ancor più suggestivi con l’atmosfera natalizia. Ciò che risulta solitamente meno visibile è l’altro immenso patrimonio culturale che è ospitato dalla città con un fine di altissimo significato. Si parla dei Deposito d’Arte e dei Beni Culturali di Spoleto che anche quest’anno proporrà “Deposito Aperto”.

Fondato con il sisma del 1997, il Deposito si pone da anni l’obiettivo di dotare il territorio umbro di un vero e proprio centro di “cura” di opere prelevate abilmente da situazioni di rischio per calamità naturali. Con il più recente evento sismico l’attività del deposito che conta migliaia di opere, proveniente soprattutto dalla Valnerina si è intensificata ulteriormente Si tratta dunque di un deposito regionale, grande come i depositi dei più famosi musei italiani, messo a punto per il ricovero delle opere d’arte che si trovano in stato di crisi. Attraverso il prezioso lavoro degli addetti, le opere vengono portate in questa sede e preposte alla tutela del patrimonio, grazie al servizio di esperti che le riportano allo splendore che meritano.

Deposito Aperto: Gli appuntamenti per partecipare alle visite guidate

Tra gli eventi più importanti di questo inverno a Spoleto, “Deposito Aperto” è un programma di visite guidate tematiche rivolto a tutti coloro che intendono conoscere un luogo d’arte esclusivo e di inestimabile valore. Con la prima giornata di aperture avvenuta il 24 Novembre, ecco le altre date da salvare in agenda:

  • Sabato 1 dicembre 2018: visita dal tema “Gli arredi lignei” Una raccolta di statue e preziosi arredi con intagli dorati. Preziosa occasione per venire a conoscenza della ricca produzione e delle abilità dell’epoca dei maestri del legno. Opere che arricchiscono di straordinari dettagli le chiese ed i palazzi nobili di Spoleto.
  • Sabato 15 dicembre 2018: visita dal tema “I grandi maestri del ‘900”
    Deposito Aperto dedica una giornata a quell’arte moderna tanto presente a Spoleto. Grandi artisti come Moore, Calder e Burri e le loro opere attualmente presenti e fortunatamente salvate dalle zone terremotate.
  • Sabato 12 gennaio 2019: visita dal tema “Simboli e strumenti del Comune di Spoleto”
    L’esperienza di quest’anno di “Deposito Aperto” si conclude con una vasta collezione di rarissimi ed antichi oggetti utilizzati per le funzioni assembleari in epoca comunale. Magnifici oggetti provenienti dal Palazzo Comunale come i bossoli per il voto che aiuteranno a conoscere le operazioni degli organi di governo della città di secoli indietro.

“Deposito Aperto” vuole raccontare le storie secolari di queste opere che le hanno portate dalla nascita allo stato di crisi per cause naturali. Ognuna di esse conserva il suo inestimabile pregio tipico della zona e dell’epoca di provenienza. A sottolineare l’importanza di questo centro, la recente visita degli esponenti istituzionali regionali e nazionali, perchè la fondamentale attività del deposito possa continuare a far risplendere le opere d’arte che continueranno ad affascinare abitanti e turisti dell’Umbria.

Il deposito si trova in via dei Tessili nella zona Industriale di Santo Chiodo. Al termine delle visite guidate per riscaldare i partecipanti saranno offerti tè e pasticcini!

Visitare Spoleto significa anche scoprire il patrimonio artistico messo in salvo e custodito in questo importantissimo Deposito! Partecipate alle visite guidate in occasione delle aperture straordinarie! Prenotate il vostro soggiorno!

 

Stagione di Prosa 2018/2019 – 17 Novembre/03 Aprile

è partita la Stagione di Prosa a Spoleto con grandissimi spettacoli!

Si alza il sipario sulla Stagione di Prosa a Spoleto. Ecco tutti gli spettacoli da non perdere dell’edizione 2018/2019

Lo spettacolo andato in scena Sabato 17 Novembre al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, “Questi fantasmi!”, commedia capolavoro del grande Eduardo De Filippo, lascia ben intendere quale sia la caratura di questa nuova Stagione di Prosa a Spoleto. A dispetto del primo vero arrivo del freddo in Umbria, a riscaldare le emozioni degli spettatori del Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti ci hanno pensato gli eccezionali attori a cominciare da Gianfelice Imparato e la regia di Marco Tullio Giordana.

Un primo atto di quella che si annuncia come una delle edizioni più importanti per livello internazionale delle produzioni. Basti pensare che “Questi fantasmi!” fu tra le prime opere rappresentate all’estero riscuotendo da subito enorme successo. Un successo che non poteva che essere confermato nel pubblico odierno, a rinsaldare ulteriormente il forte legame tra Spoleto e il Teatro. La Stagione di Prosa a Spoleto 2018/2019 propone un programma di spettacoli con opere provenienti dalla produzioni di mostri sacri come Shakespeare, Ibsen, Bulgakov, Mamet e per l’appunto De Filippo. Da sottolineare anche il livello degli attori impegnati in questa stagione, dove oltre Gianfelice Imparato (de I Bastardi di Pizzofalcone), compariranno altri volti noti al grande pubblico tra cui:

  • Umberto Orsini
  • Lunetta Savino
  • Luca Barbareschi
  • Michele Riondino

Un cartellone che ha suscitato entusiasmo sin dal momento del suo annuncio, evidenziando il grande valore di tutti gli otto spettacoli. Varietà ed eclettismo che coinvolgono produzioni, interpreti, situazioni e contesti drammaturgici, provenienza e percorsi artistici. Il punto di incontro sarà comunque l’Umbria, con Spoleto a fare da guida sotto l’aspetto degli eventi invernali artistici e culturali (Si ricorda anche il programma delle aperture dei musei).

Stagione di Prosa a Spoleto nuova edizione. Ecco il programma completo con orari e date

Gli spettacoli della Stagione di Prosa a Spoleto torneranno ridosso delle festività natalizie. Da quel momento proseguiranno fino agli inizi della primavera per una intesa stagione teatrale in Umbria. Gli appassionati e turisti che affolleranno Spoleto questo inverno troveranno i migliori spettacoli teatrali in Umbria pronti ad attenderli e a stupirli.

Di seguito il programma degli spettacoli a Spoleto. Il teatro prescelto per quasi tutti gli spettacoli è in il maestoso Teatro Nuovo. Ci sarà però occasione di spostarsi anche al suggestivo Teatro Caio Melisso. Per tutti gli altri eventi della Stagione di Prosa nelle altre città umbre visitare il sito ufficiale del Teatro Stabile dell’Umbria.

  • Venerdì 21 Dicembre 2018 ore 21.00: “Il Maestro e Margherita“, con Michele Riondino (Il Giovane Montalbano) dal romanzo di Michail Bulgakov con riscrittura di Letizia Russo. Uno dei più grandi capolavori russi del Novecento. Un’opera che mixa commedia nera, satira socio-politica e tematiche religiose.
  • Sabato 12 Gennaio 2019 ore 21:00: Spettacolo di danza della MM Contemporary Dance Company con due produzioni celebri. Shubert Frames proporrà gli emozionanti capolavori di Frantz Shubert. A seguire con l’ispirazione delle grandi musiche di Gershwin abbinandovi sensazioni di origine pittorica, Gershwin Suite a cura di Howard Hopper.
  • Lunedì 28 Gennaio ore 21.00: “Il Penitente” con Lunetta Savino (Cettina de Un Medico in Famiglia) e Luca Barbareschi. Quest’ultimo è anche regista dello show. L’ultimo testo scritto dal grande drammaturgo statunitense David Mamet. Un dramma moderno in cui la dubbia morale della società mette in crisi uno psichiatra vittima di gogna mediatica.
  • Lunedì 11 Febbraio ore 21.00 e Martedì 12 Febbraio ore 18.00 (Teatro Caio Melisso): “Il racconto d’inverno”  di William Shakespeare. La Compagnia dei Giovani del Teatro Stabile dell’Umbria porteranno in scena una delle tragicommedia del grande drammaturgo inglese. Tematiche complesse ed incastonate tra loro con estrema e abile maestria. Inimicizia, tradimenti e morte, temi tipici del dramma verranno ribaltati da scene bucoliche, danze e satiri, utilizzati per commedie.
  • Martedì 19 marzo ore 21.00: “La Bibbia Riveduta e Corretta” ad opera degli Oblivion. Si tratta di veri e propri fenomeni del web e youtuber. La Bibbia come non è stata mai ascoltata. Un musical comico irresistibile tra sacralità e invenzione della stampa.
  • Venerdì 03 Aprile ore 21.00: “Kiss Me, Kate”  messo in scena dalla compagnia Corrado Abbati. Un vero classico del musical ad opera di Cole Porter. Una perfezione per il genere raggiunta sulla base della commedia di Shakespeare della Bisbetica Domata. Due attori ex sposi si ritrovano a recitare a Broadway tra litigi e gangster.

Info e Costo biglietti della Stagione di Prosa a Spoleto 2018/2019

  • Platea, posto palco platea centrale, posto palco I ordine centrale: intero 21 euro (ridotto 18 euro).
  • Palco platea laterale I ordine laterale, II – III ordine centrale 17 euro (ridotto 14).
  • Posto palco II e III ordine laterale e galleria 10 euro.

Per prenotazioni telefoniche: Botteghino Telefonico Regionale del teatro stabile dell’Umbria al numero tel. 075.57542222 tutti i giorni feriali dalle 16 alle 20 fino al giorno precedente lo spettacolo.

Vendita dei biglietti Stagione di Prosa a Spoleto: botteghino Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti tel. 0743 222647 il giorno dello spettacolo dalle 16.30. Si ricorda che la vendita online sarà attiva dal 24 Novembre sul sito del teatro stabile dell’Umbria.

Se Spoleto è da sempre città dell’arte e dello spettacolo è anche grazie a rappresentazioni teatrali di estremo valore!

Grazie alla nuova Stagione di Prosa assisterete ai migliori spettacoli in circolazione! Non resta che Prenotare il Vostro Soggiorno e preparavi alle emozioni del grande Teatro!

Frantoi Aperti 2018 – 1/25 Novembre 2018

Questa edizione di Frantoi Aperti 2018 in Umbria si appresta a valorizzare il miglior olio della regione con tante sorprese!

Novembre mese dell’olio: Ecco la nuova edizione di Frantoi Aperti 2018 in Umbria.

Il periodo dell’anno in cui cadono le foglie e le giornate accorciandosi diventano talvolta uggiose è il momento migliore per visitare la vera Umbria. Si, perchè è proprio in questo periodo che le colline e le vallate umbre si tingono di colori affascinanti ed unici. Altresì, è in queste giornate che si riesce a godere meglio delle innumerevoli attrazioni museali di cui Spoleto e le altre città sono dotate (consultare a tal proposito il programma delle aperture invernali!). Come se non bastasse, Novembre è il momento dell’anno in cui ci si dedica intensamente alla raccolta delle olive. Un lavoro senza dubbio duro che però regala soddisfazioni inimmaginabili ed un prodotto che il mondo ci invidia. Un’antica tradizione contadina divenuta oggi forma d’arte. Tra cultura, passeggiate e degustazioni, è arrivata l’edizione di Frantoi Aperti 2018.

In Umbria, così come in tutta Italia, la stagione della raccolta delle olive si carica di intensi significati. Al netto di fisiologiche differenze tra ragioni, in termini di tempistiche e di tecniche, è questo il momento in cui piccoli e grandi produttori si accingono a trasformare il prezioso frutto nelle molteplici e gustose varietà di olio. Anche i turisti amano questa tradizione. Oltre a voler vivere direttamente tra gli oliveti l’esperienza della raccolta, essi affollano i frantoi d’Italia alla ricerca della bruschetta perfetta!

È con questo spirito che Frantoi Aperti 2018 in Umbria propone delle settimane di vere feste dell’olio. Un’iniziativa unica nel suo genere dedicata alla valorizzazione delle caratteristiche dell’olio umbro e del turismo “naturalistico” nell’emozionante ed atteso periodo della frangitura. Uno dei migliori eventi in Umbria, organizzato dalla Strada dell’Olio extravergine di oliva DOP Umbria. Quest’anno, per la sua XXI edizione, l’iniziativa si svolge dal 1° al 25 novembre. I migliori frantoi pronti ad accogliere i curiosi e condurli attraverso un’esperienza extrasensoriale indimenticabile.

Dagli Etruschi ad oggi. Perchè l’Umbria è da sempre terra dell’olio per eccellenza.

La storia indica l’Umbria come una delle terre in cui la coltivazione dell’ulivo trova le sue prime manifestazioni. Un dato di fatto è che i primissimi a dedicarsi a questa pianta furono gli Etruschi. In un popolo che così influente è stato in questo territorio, l’odierna Orvieto trovava ad esempio la sua più grande ricchezza nella produzione e nel commercio dell’olio. Con i Romani l’Umbria diventava terra di tramite da cui l’olio raggiungeva la Capitale. Nell’antico borgo di Trevi, è stato rinvenuto un intero frantoio di quell’epoca, costruito in pietra arenaria. Dopo un parziale declino nel Medioevo a causa delle invasioni barbariche, la tradizione dell’olio torna più viva che mai con il Rinascimento. Lo stesso Leandro Alberti, celebre storico bolognese dell’epoca, in suo lavoro del 1557 regala elogi anche alla vallata spoletina, che così piena e varia di oliveti “Ella si può annoverare tra i belli, et fruttiferi d’Italia”

Cosa non perdersi di Frantoi Aperti 2018 in Umbria: Tutte le novità e le iniziative in programma.

Tanti gli oleifici e frantoi aperti che per l’occasione non mancheranno di proporre un articolarsi di appuntamenti tra:

  • concerti ed esibizioni musicali
  • attività ludiche e di intrattenimento
  • passeggiate in bicicletta
  • fattorie didattiche
  • trekking tra gli ulivi
  • visite ai palazzi storici e mercatini di prodotti tipici dell’Umbria.

Con la sua presenza in frantoio il visitatore avrà modo di respirare pienamente l’atmosfera “olivata” di questi luoghi. Grazie alle spiegazioni dettagliate del frantoiano si assisterà dalla spremitura delle olive tra il tepore di un bel fuoco del camino e degustazioni accompagnate da pane bruscato e vino. Il tutto quando il frantoio diventerà luogo di interazione e socialità grazie alle tante iniziative organizzate. Come detto l’orizzonte della festa dell’olio si svolge lungo quattro fine settimana. Si rimanda pertanto alla pagina ufficiale dell’evento per il dettaglio sui frantoi aperti in ogni weekend.

Le degustazioni

In tutte le città umbre aderenti a Frantoi Aperti 2018 si terranno degustazioni guidate di olio extravergine d’oliva curate da esperti assaggiatori e più importanti produttori di olio in Umbria. Per agevolare la presenza di tutti i buongustai è stato predisposto un servizio navetta che viaggerà tra il centro storico del comune ed i frantoi aperti del comune stesso. Presente anche l’arte con #CHIAVEUMBRA 2018 Sulla Natura, un progetto di mostra d’arte contemporanea diffusa in quegli ambienti nascosti e meno famosi. Chiese rurali, opifici ed angoli di Umbria affascinante ma inconsueta, raggiungibile autonomamente o ancora con il servizio navetta.

Le novità di Frantoi Aperti 2018 in Umbria

Come precedentemente indicato, tantissime sono le novità dell’edizione di quest’anno di Frantoi Aperti. Solo per citarne alcune si ricordano:

  • Brunch e musica tra gli ulivi: tutti i sabati e le domeniche alle ore 12.30 in alcuni luoghi dei comuni aderenti
  • laboratori di cucina: a Giano dell’Umbria giovedì 1 novembre e a Gualdo Cattaneo tra il 3 e il 4 novembre. A condurre ci sarà Giorgione, volto noto di Gambero Rosso Channel con la serie “Giorgione – Orto e Cucina”;
  • giro dei castelli: a Gualdo Cattaneo durante “Sapere di Pane Sapore di Olio” (3 e 4 novembre). Un tour appassionante tra la valle umbra ed il tratto della valle tiberina;
  • Oiler room Dj set in Frantoio: un evento speciale nel luogo dove nasce l’olio extravergine d’oliva. Domenica 4 novembre presso il Frantoio Marfuga di Campello sul Clitunno

Un evento unico e che ogni anno esalta un prodotto d’eccellenza che porta l’Umbria in tutte le tavole del mondo. Serve sempre ricordare come questa sia una regione interamente e marcatamente segnata dalla presenza dell’olivo. Tra Assisi e Spoleto ben trentacinque chilometri di collina sono dolcemente scanditi dalla presenza di oliveti che, nel loro armonico svilupparsi, uniscono le meraviglie storiche e culturali di questa parte d’Italia. La Fascia Olivata Assisi Spoleto è oggi riconosciuta come “Paesaggio rurale storico” dal Ministero delle Politiche Agricole. Un ulteriore attestato e più che valido motivo per non perdere un delizioso ed arricchente tour tra la migliore varietà di olio in Umbria.

Un Autunno così intensamente sensoriale è solo in Umbria!

Lasciatevi trasportare dalla incontaminata tradizione della frangitura delle olive! Frantoi Aperti 2018 è l’occasione più importante per assaggiare il miglior olio scoprendo gli angoli più suggestivi dell’Umbria! Prenotate subito il Vostro soggiorno a Spoleto!

Aperture dei Musei Spoleto da Ottobre 2018

Tutte le date della aperture dei musei di Spoleto in inverno!

Città dell’arte e dei musei:
Ecco il programma delle aperture dei musei di Spoleto per la stagione invernale

Quando si programma un viaggio tante sono gli aspetti a cui pensare. Soprattutto se si è diretti in località ricche di cose da vedere è bene dotarsi di tutte le informazioni utili per ottimizzare al meglio la propria visita. In questo senso, in occasione del nuovo programma di aperture dei musei di Spoleto, per una stagione invernale ricca di turismo in Umbria, si vogliono ricordare tutte le giornate ed i singoli orari di apertura dei migliori musei e luoghi d’interesse della città. Chiunque stia pensando di trascorrere delle giornate all’insegna dell’arte e della cultura in un palcoscenico tra i più suggestivi in Umbria, può decidere di organizzare al meglio come e cosa vedere a Spoleto grazie al programma di aperture ordinarie e straordinarie in programma sino ai primi mesi del 2019.

Con l’arrivo dell’inverno diventa ancor più piacevole regalarsi momenti di arricchenti visite ai più bei luoghi d’interesse artistico-culturale del Centro Italia. Come non sottolineare come in questo senso la città di Spoleto faccia la voce grossa?
A cominciare dalla Rocca Albornoz, possente fortezza che domina sulla città, tutti i tesori storici e le innumerevoli bellezze architettoniche consentiranno di vivere esperienze turistiche uniche nel loro genere. Per ammirare completamente e comprendere nella maniera corretta la storia di questo antico borgo medievale, “Città del Festival dei Due Mondi” e vera e propria patria dell’arte, diventa un’occasione irrinunciabile lasciarsi conquistare dai suoi musei e dalle sue mostre permanenti e non. A Spoleto l’arte non è un concetto univoco. Essa piuttosto viaggia attraverso i binari dei diversi stili.

Non solo Medioevo dunque, uno spazio rilevante è da sempre rivolto a quell’arte contemporanea per la quale questo hotel è tra le più importanti testimonianze. Naturalmente per fornire tutte le informazioni necessarie sui maggiori monumenti della città, le sue piazze ed i suoi vicoli è sempre disponibile INFOPOINT Servizio di informazione.

Il dettaglio di date orari delle aperture dei musei di Spoleto

  • Museo del Tessuto e del Costume dal 28 ottobre 2018
    Sabato e domenica dalle 15.00 alle 18.00. Dal lunedì al venerdì chiuso. Aperture straordinarie: giovedì 1 e venerdì 2 novembre e dal 26 al 31 dicembre – tutti i giorni dalle 15.00 alle 18.00. Chiuso il 25/12 e il 01/01.
  • Casa Romana dal 28 ottobre 2018
    Dal mercoledì al lunedì 10.00 -13.30/14.00 – 17.30. Martedì chiuso. Apertura straordinaria: Martedì 30 ottobre 10.00-13-00/14-17.300. Chiuso il 25/12 e 01/01.
  • Rocca Albornoz e Museo Nazionale del Ducato (Fino al 4 novembre 2018)
    Dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 19.30. Lunedì dalle 9.30 alle 13.30. Lunedì pomeriggio chiuso (ingresso consentito fino a 45 minuti prima della chiusura). Ingresso gratuito la prima domenica del mese. Chiuso il 25/12 e il 01/01.
  • Museo Archeologico Nazionale e Teatro Romano di Spoleto
    Tutti i giorni dalle 08.30-19.30. Ingresso gratuito la prima domenica del mese. Chiuso il 25/12 e 01/01.
  • Palazzo Collicola – Arti Visive
    Museo Carandente e Appartamento Nobile dal 28 ottobre 2018

    Dal mercoledì al lunedì 10.30 – 13.00/15.00 – 17.30. Martedì chiuso.
    Mostre temporanee – II piano espositivo dal 27 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019
    Sabato e domenica 10.30 – 13.00/15.00 – 17.30. Dal lunedì al venerdì chiuso. Aperture straordinarie: giovedì 1 e venerdì 2 novembre 2018. Dal 26 al 31 dicembre 2018 – tutti i giorni 10.30 – 13.00/15.00 -17.30.
    Biblioteca Giovanni Carandente dal 28 ottobre 2018
    Giovedì e venerdì 10.30-13.00/15.00-17.30. Lunedì-martedì-mercoledì-sabato-domenica chiuso.

Chiuso il 25/12 e il 01/01

  • Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo Ottobre 2018
    Sabato, domenica e festivi 11.00 – 13.00 /15.30 – 17.30.
    Novembre, Dicembre 2018 e Gennaio 2019
    Sabato, domenica e festivi 10.30 – 13.00. Aperture straordinarie venerdì 2 novembre 2018 dal 26 al 31 dicembre 2018 – tutti i giorni Dalle 10.30 alle 13.00 Chiuso il 25/12 e il 01/01.

Per sapere di più si rimanda alla consultazione del sito ufficiale di Sistema Museo!

Avete già scelto la data della vostra visita alle bellezze storiche ed artistiche di Spoleto? Sciogliete gli ultimi dubbi prenotando un unico e suggestivo soggiorno invernale nel più artistico hotel del territorio!

72esima Stagione Lirica Sperimentale – Teatro “A.Belli”

Al Teatro Lirico Sperimentale inizia la 72esima stagione!

Spoleto alza la voce: Tutto pronto per una nuova stagione del Teatro Lirico Sperimentale

Dopo un’estate tra le più artisticamente e culturalmente interessanti, Spoleto guarda all’arrivo dell’autunno con altrettanto raffinato slancio. La straordinaria rappresentazione di Marion Cotillard, in Piazza Duomo, aveva chiuso nel migliore dei modi Il Festival Dei Due Mondi, lasciando spazio a “Le Quattro Stagioni – Spoleto d’Estate”. Il concerto di Caparezza dello scorso fine settimana cala a sua volta il sipario nei confronti di quest’ultima. Come inaugurare una nuova stagione di eventi culturali e musicali a Spoleto?A tale quesito trova naturale risposta Il Teatro Lirico Sperimentale “A.Belli”.

L’Istituzione Teatro Lirico Sperimentale A.Belli opera dal 1947. Fondato da un’idea di Adriano Belli si prefigge da sempre l’obiettivo di lanciare alla professione lirica giovani maggiormente dotati di particolari qualità artistiche. Tutti neo artisti che, una volta terminati gli studi di canto, non hanno ancora calcato il palcoscenico per la prima volta. Vengono così accolti i vincitori del Concorso Lirico di Spoleto ed avviati ad un corso di due anni dove possano apprendere elementi che la scuola non offre. Non ci si limita alla  preparazione delle opere ma anche al gesto. Il tutto sotto la guida di registi e direttori che mettono in scena le opere stesse nella Stagione Lirica di presentazione.

Ogni anno l’attività si articola in tre fasi. A marzo si svolge a Spoleto il Concorso per giovani cantanti lirici della Comunità Europea. In questa occasione una giuria internazionale seleziona i candidati provenienti da tutto il Continente. Tra di essi risultano vincitori coloro che conseguono una media di 8/10.

La fase successiva prevede un corso di preparazione al debutto di cinque mesi. Vengono impartite lezioni di:

  • dizione;
  • mimo;
  • recitazione;
  • perfezionamento vocale.

Nell’ultima fase gli allievi studiano i ruoli scelti dal Direttore Artistico per il loro debutto. La Stagione Lirica Sperimentale che ha luogo in Settembre rappresenta il completamento dell’intera preparazione.

Una storia di successo e riconoscimenti internazionali

Simbolo indissolubile del canto lirico a Spoleto, il Teatro Lirico Sperimentale A.Belli vanta una interminabile schiera di successi. Illustri nomi della lirica internazionale hanno potuto formarsi vincendo il concorso per poi debuttare alla Stagione Lirica Sperimentale. Si riportano solo alcuni dei grandissimi del passato….:

  • Cesare Valletti
  • Franco Corelli
  • Antonietta Stella
  • Anita Cerquetti
  • Giangiacomo Guelfi
  • Ettore Bastianini
  • Anna Moffo.

…fino a quelli degli anni più recenti:

  • Marcello Giordani
  • Natale De Carolis
  • Giusy Devinu
  • Elisabeth Norberg-Schulz
  • Giuseppe Morino
  • Monica Bacelli e tantissimi altri.

Altrettanto importanti le personalità che hanno collaborato nella didattica del Teatro e dei registi delle storiche edizioni de La Stagione Lirica Sperimentale (es.Gigi Proietti e Luca Ronconi). Il Teatro Lirico Sperimentale collabora con i maggiori teatri lirici italiani (tra cui il Teatro Caio Melisso)oltre ad essere stato ospite con concerti e spettacoli teatrali in ogni angolo del mondo. Affermandosi in ambito culturale con il premio Cultura di Gestione per le politiche di gestione, valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali del 2009, il Teatro A.Belli è attento anche a tematiche extra. Un esempio riguarda realizza il pluri – premiato spot pubblicitario per incentivare la raccolta differenziata ed ispirato all’opera lirica nel 2011. Per conoscere tutte le curiosità e ripercorrere la gloriosa storia del Teatro è possibile consultare la pagina dedicata sul sito ufficiale.

Ecco la Stagione Lirica Sperimentale 2018 del Teatro Lirico A.Belli di Spoleto

Volge al termine il contro alla rovescia per la partenza della Stagione Lirica Sperimentale n°72 della storia. Dopo una magnifica e consueta anteprima andata in scena nel mese di Agosto con Eine Kleine Musik – La France e con l’opera Ba-Ta-Clan (con piena dedica alla Francia) il 7 Settembre la Stagione entra nel vivo. Con appuntamento al Teatro Caio Melisso, con repliche anche nei due giorni successivi ore 20.30 (17.30 Domenica 9) andrà in scena Lontano da quinovità di uno dei compositori più in vista della scena contemporaneaFilippo Perocco. L’opera dalla regia di Claudia Sorace vuole dare spunto di riflessione sul tema del cambiamento, della precarietà così come della continua rinascita. Chiara in questo senso la dedica alle popolazioni della Valnerina colpite dal terremoto. L’opera, il cui produttore esecutivo è il Teatro Lirico Sperimentale, è co-prodotta con la Fondazione I Teatri di Reggio Emilia e sarà in scena presso il Teatro La Cavallerizza di Reggio Emilia nei giorni 28 Settembre (ore 20.30) e 30 Settembre (ore 18.00). Alle voci ci saranno Daniela Nineva (mezzosoprano), Emanuela Sgarlata (soprano) e Livia Rado (soprano) accompagnate dall’Ensemble strumentale del Teatro Lirico Sperimentale e dall’Ensemble L’arsenale. L’opera è stata premiata dalla celebre Ernst Von Siemens Foundation.

Le altre imperdibili opere della Stagione Lirica Sperimentale

LA FURBA E LO SCIOCCO

Il Teatro Lirico Sperimentale presenterà Venerdì 14 Settembre (ore 21.00), Sabato 15 Settembre (ore 21.00) e Domenica 16 Settembre (ore 17.00), sempre al Teatro Caio Melisso, In collaborazione con il Centro Pergolesi – Università degli Studi di Milano, La furba e lo sciocco, intermezzo buffo del ‘700 su libretto di Tommaso Mariani e musica di Domenico Sarri. Si tratta di un importante recupero dell’opera reso possibile dalla nuova edizione critica a cura del musicologo Eric Boaro. La direzione è affidata a Pierfrancesco Borrelli, grande esperto nel repertorio barocco mentre la regia e l’allestimento sono di Andrea Stanisci, scenografo e costumista, con esperienza di  scene e costumi per oltre 150 spettacoli. Gli interpreti saranno il soprano Susanna Wolff e il baritono Paolo Ciavarelli accompagnati dall’Ensemble strumentale del Teatro Lirico Sperimentale. La produzione è resa possibile grazie al sostegno della Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini.

OPERALIEDER ZIGEUNERLIEDER

Lo spettacolo, con scene e immagini video della regista Lisa Nava, ideato insieme al direttore artistico dello Sperimentale Michelangelo Zurletti andrà in scena nello splendido Complesso di Villa Redenta Mercoledì 19 Settembre ore 21.00. In Operalieder, i protagonisti saranno i cantanti:

  • Zdislava Bočková,
  • Emanuel Bussaglia
  • Alessandro Fiocchetti
  • Daniela Nineva
  • Susanna Wolff

Attraverso i brani presentati, verranno raccontate le origini, le usanze e i costumi di gran parte delle popolazioni dell’Europa. Un viaggio musicale tra ‘800 e ‘900 con le canzoni popolari tzigane di origine ebraica, ungherese, polacca e tedesca. Presente anche l’opera proveniente da autori celebri come: D. Šostakovič, J. Brahms, A. Dvořák e R. Schumann.

Un capolavoro di Stagione Lirica con la Traviata di Giuseppe Verdi

Al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, per la Stagione Lirica Regionale dell’Umbria sarà protagonista l’immensa opera d’arte di Giuseppe Verdi. A dirigere i cantanti, coro e orchestra il noto direttore, conosciuto al pubblico umbro, Carlo Palleschi.
Con la regia di Giorgio Bongiovanni; l’opera presenterà scene e costumi a sorpresa per il pubblico. Nei diversi ruoli si esibiranno, alternandosi nelle 12 recite previste a Spoleto e in Umbria, i cantanti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto. Nel ruolo di Alfredo Emanuel Bussaglia e Ivaylo Mihaylov (Alessandro Fiocchetti); nel ruolo di Violetta Zdislava Bočková, Maria Luisa Lattante e Miryam Marcone (Noemi Umani); nel ruolo di Flora Daniela Nineva e Noemi Umani (Miryam Marcone); nel ruolo di Giorgio Germont Domenico Balzani, Ferruccio Finetti e Daniel Lee; nel ruolo di Gastone Alessandro Fiocchetti; nel ruolo del Dottor Grenvil Giordano Farina.

calendario delle recite al Teatro Nuovo:

Martedì 18 Settembre ore 18.00;

Per le scuole: Mercoledì 19 e Giovedì 20 Settembre ore 10.00;

Prima rappresentazione: Venerdì 21 Settembre ore 20.30;

Repliche: Sabato 22 Settembre ore 20.30 e Domenica 23 Settembre ore 17.00.

 Si ricorda che ogni prima rappresentazione sarà preceduta da una conferenza stampa aperta al pubblico!

BIGLIETTERIA 

Per acquistare i biglietti online su consultare il Sito Web predisposto al servizio. Per la vendita diretta è possibile rivolgersi all biglietteria Ticket Italia, Piazza della Vittoria n. 25, Spoleto, dal Lunedì al Sabato in orario 9.30-13.00/16.00-20.00 (Tel. 0743.47967 / 0743.222889 – Cell. 329.8529053). Possibile anche la vendita diretta presso le rivendite Ticket Italia nelle varie città umbre, nel Lazio e a Roma (QUI l’elenco completo)

Entra nel vivo un mese di Settembre di livello artistico e culturale di primo ordine!! Il Teatro Lirico Sperimentale vi aspetta per ammirare questi straordinari lavori di artisti pronti al grande pubblico! Prenotate il Vostro soggiorno e partecipate alla nuova edizione della Stagione Lirica Sperimentale!