+39 0743 221221

Stagione di Prosa a Spoleto 2019/2020

Giò iniziata una incredibile stagione di prosa a Spoleto 2019/2020

Il Teatro torna protagonista in Umbria con una spettacolare Stagione di Prosa a Spoleto 2019/2020

Ecco tutte le opere da non perdere dopo la premier che ha entusiasmato il pubblico

Lo spettacolo andato in scena nel pomeriggio di Domenica 27 Ottobre al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, L’ANIMA BUONA DI SEZUAN” da Bertold Brecht, che ha visto principale interprete e firma registica di Monica Guerritore, tra i più importanti volti artistici del panorama italiano, ha dato il via ad una strepitosa stagione di prosa a Spoleto 2019/2020.

Come ogni anno con l’affermarsi dell’autunno, coincide con lo svolgimento di una attesissima stagione teatrale a Spoleto. Non bastavano i 550 abbonamenti ottenuti lo scorso anno, il richiamo del grande teatro in Umbria si è fatto sentire in misura ancora più forte per questa stagione di prosa 2019/2020. I numeri parlano infatti già di oltre 600 fedeli ed assidue partecipazioni. Numeri destinati a crescere fino alla fine di marzo quando avrà luogo l’atto conclusivo di questa nuova carrellata di alcuni tra i più prestigiosi spettacoli teatrali in Italia.

Una edizione segnata dal forte richiamo dei grandi capolavori letterari e dei grandi classici, abbinati all’arte della reinterpretazione affidata all’estro di attori e registi di primo livello. Il Teatro e la città di Spoleto rinnovano un legame ormai rinsaldato negli anni e che se mai ce ne fosse bisogno, eleva la città a centro di manifestazioni artistiche di qualità riconosciuta da pubblico e professionisti. La Stagione di Prosa a Spoleto 2019/2020 propone un programma di spettacoli con opere, di cui 3 esclusive regionali, che spaziano per tematiche proposte e per realizzazione di prestigiose collaborazioni con altri teatri e con volti noti anche del grande schermo. Da sottolineare infatti sono i nomi degli artisti a cui il pubblico affiderà il proprio desiderio di teatro. Detto della premier che ha visto scrosci di applausi per Monica Guerritore, la rosa di attori ed interpreti presenti in questa edizione si compone tra gli altri di:

  • Mariangela D’Abbraccio
  • Daniele Pecci
  • Stefania Ricca
  • Alessandro Gasmann
  • Giuliano Sangiorgi

Stagione di Prosa a Spoleto nuova edizione. Ecco il programma completo con orari e date

Il cartellone della Stagione di Prosa a Spoleto 2019/2020 ha naturalmente suscitato entusiasmo sin dalle prime anticipazioni, che ha portato come detto alla sostanziosa vendita di abbonamenti. Varietà ed eclettismo fanno da cornice ed anello congiungente di  produzioni, interpreti, situazioni e contesti drammaturgici, di provenienza e percorsi artistici anche differente. Il punto di incontro sarà ancora una volta l’Umbria, con Spoleto a fare da capofila per ciò che riguarda gli eventi invernali artistici e culturali (ancora in corso anche un inedito festival a ritmo Jazz!)

Gli spettacoli della Stagione di Prosa a Spoleto torneranno ad un mese dalla messa in scena inaugurale. Da fine novembre dunque, l’appuntamento con il miglior teatro proseguirà fino agli inizi della primavera. Gli appassionati cittadini e turisti che vorranno scoprire Spoleto durante questo inverno, troveranno ad accoglierli i più attesi spettacoli teatrali in Umbria pronti a stupirli ed arricchire una indimenticabile esperienza in questi territorio.

Di seguito il programma degli spettacoli a Spoleto. Il teatro prescelto per le rappresentazioni è maestoso Teatro Nuovo G. Menotti. Ci sarà comunque l’occasione di godere anche del più piccolo ma altrettanto suggestivo Teatro Caio Melisso. Per tutti gli altri eventi della Stagione di Prosa nelle altre città umbre visitare il sito ufficiale del Teatro Stabile dell’Umbria:

  • Sabato 23 Novembre, ore 21.00 al “Teatro Nuovo G.Menotti”: UN TRAM CHE SI CHIAMA DESIDERIO, altra esclusiva per Spoleto questa opera di Tennessee Williams. Un Capolavoro che rivivrà in terra umbra grazie alle straordinarie interpretazioni di Mariangela D’abbraccio e Daniele Pecci e la regia Pier Luigi Pizzi.
  • Martedì 10 dicembre ore 21.00 al Teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti”: “IL SILENZIO GRANDE” , commedia di Maurizio De Giovanni, famosissimo autore di numerosi libri di successo, come le serie televisive Il Commissario Ricciardi fino a I Bastardi di Pizzofalcone. Commedia diretta da Alessandro Gassmann con Massimiliano Gallo e con Stefania Rocca, Monica Nappo, Paola Senatore, Jacopo Sorbini.
  • Domenica 21 Gennaio 2020 ore 21.00 al “Teatro Nuovo G. Menotti” : Dal romanzo di Heinrich Böll è tratto “L’ONORE PERDUTO DI KATHARINA BLUM”, con Elena Radonicich, Peppino Mazzotta e la Compagnia del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia per la regia Franco Però.
  • Domenica 09 Febbraio 2020 al Teatro Nuovo G. Menotti ore 17.00: La compagnia di danza di ATERBALLETTO si confronta con uno dei testi più celebrati di Shakespeare in “TEMPESTA” con le coreografie Giuseppe Spota e le musiche originali di Giuliano Sangiorgi, frontman dei Negramaro.
  • Sabato 29 febbraio alle ore 21 e Domenica 01 marzo alle ore 17 saranno i giorni del “Teatro Caio Melisso – Spazio Carla Fendi” con una produzione del Teatro Stabile dell’Umbria: si tratta di “NOSTALGIA DI DIO DOVE LA META È L’INIZIO”. Un testo che esce dalla penna di e sotto la guida di Lucia Calamaro con Alfredo Angelici, Cecilia Di Giuli,Francesco Spaziani, Simona Senzacqua.
  • Grande chiusura della Stagione di Prosa 2019/2020 Martedì 24 marzo alle ore 21.00 al Teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti” con LE AFFINITÀ ELETTIVE di Johann Wolfgang von Goethe. La riscrittura è ad opera di Maria Teresa Berardelli e la regia Andrea Baracco con interpreti di primo piano come Elena Arvigo, Silvia D’Amico, Denis Fasolo, Gabriele Portoghese.

Informazioni e Costo dei biglietti della Stagione di Prosa a Spoleto 2019/2020

Oltre al tariffario degli abbonamenti, il prezzo della vendita dei biglietti per questa stagione teatrale è così articolato:

  • Platea, posto palco platea centrale, posto palco I ordine centrale: intero 21 euro (ridotto 18 euro).
  • Palco platea laterale I ordine laterale, II – III ordine centrale 17 euro (ridotto 14).
  • Posto palco II e III ordine laterale e galleria 10 euro.

Per prenotazioni telefoniche: Botteghino Telefonico Regionale del teatro stabile dell’Umbria al numero tel. 075.57542222 tutti i giorni feriali dalle 16 alle 20 fino al giorno precedente lo spettacolo.

Vendita dei biglietti Stagione di Prosa a Spoleto: botteghino Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti tel. 0743 222647 il giorno dello spettacolo dalle 16.30. Si ricorda che la vendita online sarà attiva dal 24 Novembre sul sito del teatro stabile dell’Umbria.

 

Autori ed interpreti d’eccezione hanno scelto la città dell’arte come palcoscenico di emozionanti opere!

 

Non perdete il ricco programma di questa nuova stagione teatrale! Prenotate qui il Vostro soggiorno!

 

 

Tour Guidato Opere d’Arte Albornoz Palace Hotel

Soggiornando in questo albergo partecipate al tour guidato tra le sue opere d'arte!

Molto di più di un semplice albergo. Perchè regalarsi un tour guidato presso Albornoz Palace Hotel

Per voi che avete scelto Albornoz Palace Hotel come destinazione per il vostro soggiorno a Spoleto. Per tutti coloro che desiderano scoprire Il patrimonio artistico e culturale dell’Umbria, inserito in un suggestivo paesaggio naturale.

Per vivere un’esperienza artistica a 360° gradi che arricchisca ulteriormente il vostro viaggio. Per appassionati di arte moderna e contemporanea, esperti, collezionisti di opere d’arte e ceramiche, artisti o per semplici curiosi:

  • Tour Guidato tra i capolavori di arte contemporanea dell’Albornoz Palace Hotel. Ammirerete innumerevoli opere d’arte moderna inserite e create appositamente per l’albergo e con gli spazi dell’albergo. Artisti di fama internazionale hanno contribuito a rendere la struttura una vera e propria casa dell’arte aperta a tutti.
  • Visite con spiegazione all’esposizione di ceramiche antiche italiane risalenti agli anni Venti e Trenta. Autentici pezzi di antiquariato che rappresentano testimonianze di un’arte che resiste allo scorrere del tempo. Sono presenti produzioni delle più importanti aziende artigiane italiane, principalmente del centro Italia dove l’arte della ceramica si è affermato con notevole rilevanza.

Avete mai soggiornato in un albergo con innumerevoli installazioni artistiche? Prenotate ora il vostro soggiorno ed approfittate di un incredibile tour guidato tra le opere!

Campagna Amica – Il Mercato A Km Zero di Spoleto

Mercato a km zero di Spoleto

 

Debutta in Piazza d’Armi il MERCATO A KM ZERO della città di Spoleto. OGNI MARTEDI’ DALLE 8 ALLE 13 circa otto aziende agricole del territorio arricchiranno il mercato settimanale, offrendo molte delle PRODUZIONI LOCALI, da quelle ortofrutticole rigorosamente di stagione ai prodotti caseari, passando per salumi e altre tipicità.

Ingredienti semplici e gustosi che caratterizzano la cucina tradizionale e nascono dalla natura ancora ricca di boschi, oliveti, vigneti e campi coltivati che circonda la città.

Nomad Rafting – Vallo di Nera

Divertitevi con le rapide del Nera ed il miglior rafting in Umbria!

Scoprendo il miglior rafting in Umbria: ecco la fantastica discesa delle rapide in gommone di Vallo di Nera!

A soli 10km da Spoleto e 25km da Norcia, due tra le più belle città in Umbria, è possibile abbandonarsi alle emozioni di sport insoliti ma incredibilmente divertenti. Tutti sanno dell’incredibile paesaggio naturalistico umbro, che alterna meravigliosamente ed armonicamente borghi medievali ed itinerari verdi. Per gli amanti del turismo sportivo o per chi semplicemente voglia approfittare di un territorio dalle mille risorse, non mancano dunque le possibilità di svago. Un contributo fondamentale in questo senso è dato dalla suggestiva Valnerina, una delle vallate più belle in Italia. Non solo la vecchia ferrovia Norcia – Spoleto, ora bellissima pista ciclabile, percorrendo la stessa è impossibile non ammirare il possente Fiume Nera. È proprio in queste fresche e limpide acque, che troverete dove fare il più entusiasmante Rafting in Umbria.

Il Fiume Nera scorre veloce, ribollendo su ripide rocce per oltre tre chilometri, formando numerose rapide di quarto grado, (di difficoltà rafting variabile da 1 a 6), contornato da un’unica e rigogliosa vegetazione che rende l’ambiente quasi tropicale. La discesa lungo il fiume avviene con il gommone (raft) e propone itinerari adatti a tutti gli amanti di attività acquatiche e natura, di qualsiasi età.

IIl Rafting a Norcia infatti un’avventura che tutti possono sperimentare: bambini, ragazzi e adulti. I percorsi di rafting in questa parte dell’Umbria sono particolarmente affascinanti così come facili da eseguire. L’equipaggio riceverà da subito tutta l’attrezzatura necessaria come:

  • casco
  • abiti in neoprene
  • scarpe
  • aiuto al galleggiamento
  • pagaia.

Appena prima dell’imbarco sul gommone, il gruppo riceverà una breve lezione teorica sulle principali tecniche da seguire. Ecco che poi si scende lungo il corso del fiume per un tratto 5km, immersi nella natura selvaggia di uno dei corsi d’acqua più belli dell’Italia centrale, in cui è anche possibile farsi un fresco bagno.

Tante le attività tra cui scegliere per gruppi, famiglie, coppie e bambini grazie al Rafting in Umbria sul Nera

La principale attività da svolgere in Valnerina in Umbria è il rafting. Le esaltanti discese con il gommone sulle acque dei fiumi Nera e Corno, appassionano da anni tutti i turisti ed amanti della natura più vera e degli sport d’acqua. Tuttavia grazie alla preparazione ed al servizio attento degli organizzatori si potranno scegliere diverse attività, scoprendo questa terra affascinante in una veste giocosa ed a suo modo appagante.

Imparare a gestire il kayak con i corsi di Rafting Nomad

Per tutti gli amanti dell’avventura a base d’acqua, il centro sportivo e turistico Rafting Nomad impartisce lezioni base di kayak fluviale. Potete così conoscere tutto ciò che c’è da sapere sul mondo dei fiumi e torrenti, imparando le tecniche utili a manovrare il kayak in massima sicurezza nelle acque del fiume Nera, sempre sotto assistenza di un istruttore. Il corso verrà gestito con un solo allievo alla volta al fine di garantire un’accurata preparazione.

Tiro con l’arco in Valnerina

Quanto può essere divertente sfidare gli amici in una competizione al tiro con l’arco? Sicuramente uno dei migliori sport per divertirsi e trascorrere momenti di svago. Un’attività utili anche per avvicinare i più piccoli a questa tipologia di sport, usufruendo ovviamente di archi e strumenti specifici per loro.

Orienteering a Vallo di Nera

Quando si parla di “Orienteering” si intende il perseguimento individuale di un dato obiettivo. In senso sportivo può esserci un atleta che corre per raggiungere un risultato agonistico, la famiglia e il principiante per divertirsi in compagnia e trascorrere una sana giornata all’aria aperta. Chiunque partecipa all’Orienteering, utilizza una carta topografica realizzata appositamente per questo sport, con segni convenzionali unificati in tutto il mondo.

  • ORARI: da Lunedì a Domenica 9.30-12.30
  • PER INFO E PRENOTAZIONI: Nomad a.s.d. Rafting & Outdoor Sport – Via Strada Provinciale 472 km 0, Loc. Vallo di Nera Umbria (PG), email: raftingnomad@gmail.com – TEL. 334.8581414

Non esitate a Prenotare Subito il più avventuroso ed emozionante soggiorno in Umbria!!

 

Assisi Underground – Visite nelle Domus Romane

VISITE GUIDATE ALLE DOMUS ROMAE DI ASSISI

Il fascino dell’antica Assisi emerge nelle strutture sotterranee delle due domus romane. La domus detta di Properzio e la domus del “Lararium” sotto Palazzo Giampè. Da Novembre è, infatti, possibile visitarle con due visite guidate, in programma tutte le domeniche e festivi, alle ore 15.

Una piccola Pompei ad Assisi: entrambe le domus, infatti, presentano preziose decorazioni, pavimenti originali in marmi e mosaici e raffinati affreschi estesi fino a quattro metri in alzato. Testimoniano l’alto livello delle maestranze e dei committenti delle due abitazioni, esempi di pittura parietale romana sicuramente unici in Umbria e comunque tra i pochi presenti a Nord di Roma.

La prenotazione della visita è obbligatoria. La partenza è dallo IAT di ASSISI in Piazza del Comune, 22, alle ore 15.
Il costo è di 8 euro a persona; biglietto ridotto di 4 euro dai 7 ai 14 anni e gratuito sotto i 7 anni.

La straordinaria storia delle due Domus Romae di Assisi

 La domus detta di Properzio è stata portata alla luce nell’Ottocento e negli anni ’50 del Novecento. L’alto livello della casa è desumibile dalla ricchezza dei pavimenti decorati con marmi pregiati e mosaici e dalle decorazioni pittoriche. Adiacente ai tre ambienti è conservato un lungo tratto del criptoportico (portico coperto) in cui si apre una nicchia decorata ad affresco con delicati tralci verdi e piccoli fiorellini rossi, sui quali poggiano vari uccellini. Alle pareti sono incisi numerosi graffiti con versetti poetici, uno dei quali nomina una “domus musae”; da qui l’attribuzione alla musa della poesia e l’appartenenza della casa al poeta Properzio. Ma la mancanza di elementi archeologici e storici non permettono con sicurezza di avvallare tale ipotesi.

La domus rinvenuta sotto Palazzo Giampè, scoperta nel 2001, è detta del “Lararium”, poiché in uno degli ambienti scavati è stato ritrovato un lararium in terracotta raffigurante una divinità protettrice della casa. Tre ambienti adiacenti sono identificati con un soggiorno, la sala da pranzo e il tablinium. Tutte le pareti dei vari ambienti presentano pitture di alto livello tecnico, con colori molto vivi in rosso pompeiano e ocra e da quadretti con scene di vita familiare. È databile tra la seconda metà del I secolo a.C. e i primi decenni del I secolo d.C.; questa domus è fruibile esclusivamente con visione dall’alto per garantire la conservazione degli splendidi mosaici e degli affreschi da poco restaurati.

il fascino suggestivo delle domus romae di assisi

Per maggiori info e prenotazioni visite alle Domus Romane, visita il sito di SistemaMuseo

Qui per prenotare subito il vostro soggiorno!!

Antichi Bagni di Triponzo – Cerreto di Spoleto Terme

La meravigliosa oasi degli Antichi Bagni di Triponzo

Un Grande Ritorno: Gli Antichi Bagni di Triponzo

Il 6 Giugno 2016, gli Antichi Bagni di Triponzo, dopo oltre quaranta anni di inattività, sono tornati in piena attività. Nella splendida cornice della Valnerina si trovano gli stabilimenti termali più belli in Umbria. Trattamenti termali ed estetici comprensivi di fanghi e massaggi a pochissima distanza da Spoleto.

Ancora oggi rappresentano le uniche piscine termali in Umbria alimentate con acqua solfurea ricca di calcio che, indipendentemente dalla stagione, mantiene la sua temperatura costantemente a 30°C. Le terme di Triponzo – Cerreto di Spoleto si estendono su un’area di circa 50 mila metri quadrati, interamente immersi nel verde bosco umbro. In questo luogo, raccolte in una lunga vasca, sgorgano 18 sorgenti di acqua termale solfurea dal colore verde smeraldo.

Le risorse idrotermali sono utilizzate a scopo terapeutico finalizzato alla medicina estetica e all’idrologia medica, ma senza rinunciare al trend contemporaneo che asseconda la passione degli ospiti per Benessere e Fitness. La SPA è una delle più grandi strutture di questo tipo presenti nel territorio umbro, con:

  • 1700 metri quadri coperti
  • 4 vasche termali
  • Aree per trattamenti personalizzati
  • Solarium
  • Bar
  • Ristorante
  • SPA suite.

La Storia degli Antichi Bagni di Triponzo

Note probabilmente fin dalla epoca romana (la menzione più famosa è quella nell’Eneide di Virgilio), le Terme di Cerreto di Spoleto vengono citate per la prima volta nel 1488, quando, già funzionanti, passarono al municipio di Norcia per 151 fiorini d’oro. In seguito passarono a Pasquale Forti e al vescovo di Norcia Bucchi-Accica che le donò al Comune di Cerreto.

Un patrimonio naturale e salutare, noto sin dai tempi più remoti. Gli antichi romani eressero i Bagni di Triponzo proprio per beneficiare del valore terapeutico delle acque sorgive solfuree. Oggi, Cerreto di Spoleto Terme utilizza le stesse acque, ricche di zolfo e di altri elementi tra cui il magnesio, stimolando salutari effetti sul corpo e la psiche, accelerando la capacità di rigenerazione cellulare dell’organismo.

Con gli anni le Terme di Triponzo si sono arricchite di una grande area ipogea dove sono presenti:

  • Sauna
  • Bagno turco
  • Tepidarium
  • Doccia emozionale
  • Cascata di ghiaccio
  • Camerino scrub
  • Savonage ed area relax, creando un circuito del benessere che unisce cultura romana e araba.

Nei Bagni Vecchi sono stati allestiti numerosi camerini privati dove vengono effettuati trattamenti benessere, estetici, massaggi e trattamenti con discipline bionaturali.

Gli spazi del 1985 dei Bagni Nuovi che ospitano le vasche di acqua termale solfurea sono il luogo dove lasciarsi cullare dagli idromassaggi. Il progetto così ideato, seppur compiutamente esercitato mancava di qualcosa e questa lacuna è stata colmata dalla realizzazione, al piano primo, di un nuovo volume che ospita il ristorante panoramico da cui si domina la vallata e la Fonte di Virgilio, dove, circondati da querce secolari, tra le montagne della Valnerina, in modo da godere del piacere dell’acqua calda sulfurea e del dolce mormorio delle acque cristalline del Fiume Nera. Le ampie vetrate completano l’esperienza termale poiché mettono in diretta comunicazione visiva l’ospite con la natura prorompente della Valnerina.

Natale e Capodanno alle Terme di Triponzo!

Tanti appuntamenti studiati per il periodo natalizio e per tutto l’inverno!

Quale miglior periodo per dedicarsi al proprio benessere ed al relax assoluto se non quello delle vacanze invernali? In occasione di questo Natale 2019 già pieno di luci, addobbi ed eventi per tutta la famigliaanche gli Antichi Bagni di Triponzo propongono soluzioni davvero uniche. Per i consueti appuntamenti Terme di notte e Pinsa Romana”, dal 26 al 30 dicembre e dal 03 al 05 gennaio, le terme offrono caldi abbracci per le fredde quanto emozionanti serate di fine ed inizio anno.

Per trascorrere un fine diverso dove accappatoio e costume sostituiscono il classico smoking ecco che le terme sono il luogo ideale! Con la soluzione SPA & Gran Cenone con musica live, il Capodanno 2020 in Umbria è più rilassante che mai! Qui tutte le info.

 

I Bagni di Triponzo sono luogo perfetto per il raggiungimento di un benessere completo, dove è possibile dedicarsi alla propria cura sposando la terapia naturale con un altrettanto naturale immersione in un’oasi di verde e di pace

 

Informazioni su orari, prezzi ed offerte delle Terme di Triponzo vicino a Spoleto sul sito ufficiale!

Non aspettate ancora! Sperimentate il potere delle più rilassanti e terapeutiche Terme a Spoleto prenotando subito il vostro soggiorno!

 

Montefalco Trek

Montefalco è borgo ideale per un emozionante trekking urbano

Un Turismo libero e sostenibile: scoprite il Trekking Urbano in Umbria

L’estate in Italia, tra le tante possibilità offerte, mette in risalto la possibilità di dedicarsi ad un turismo dolce, sostenibile e più libero di scoprire cosa può presentarsi davanti agli occhi di un visitatore. Con il Trekking Urbano, è possibile, senza particolare attrezzatura, scoprire itinerari altrimenti non raggiungibili con altre forme di turismo. Laddove essi siano raggiungibili, non avrebbero comunque la stessa magia così ammirabile. Si tratta di uno stile turistico abbinato anche ad ideali sportivi, pensato per tutti ed originale nei suoi percorsi.

Itinerari che in Umbria di certo non mancano di certo. Per tutti quei turisti che non vogliono perdersi nulla tra la meravigliosa arte e la sconfinata natura che questa regione propone, senza perdere di vista l’aspetto sportivo, la soluzione migliore è dedicarsi al Trekking Urbano. Si tratta in pratica di un’attività che assume un significato salutare per il trekker ma anche a quella delle città e dei borghi turistici. Solo così i più importanti centri urbani e turistici saranno più agevolmente ammirabili in tutto il loro splendore diminuendo il carico delle aree più affollate dei flussi turistici tradizionali.

Il trekking urbano è un’esperienza unica in tutte le stagioni ma ancora più piacevole d’estate, che sia di giorno o di notte. Percorsi appositamente studiati per scoprire angoli nascosti e volti diversi di alcune città già cosi belle a prima vista. Non resta che organizzarsi per scoprire, luoghi nascosti, sotterranei, vicoli storici ed angoli che rimarranno un ricordo indelebile dell’Umbria

Trekking Urbano 2018 a Montefalco: Camminando sulla Ringhiera dell’Umbria

Conosciuta come città del vino rosso, con le sue famose Cantine Aperte e con le strade del Sagrantino. Custode dei più magnifici affreschi di Benozzo Gozzoli dedicati alla vita di San Francesco, la città di Montefalco si presta a diverse forme turistiche. Ecco dunque, che fino al 31 dicembre 2018 vengono organizzati percorsi personalizzati in quel paesaggio riconosciuto come  Ringhiera dell’Umbria.

La strategica e unica posizione del borgo, in mezzo alle valli del Tevere, del Topino e del Clitunno basterebbe già per un sano turismo urbano e sportivo. Se a ciò si aggiungono strade medievali, chiese antiche, chiostri e cortili, mestieri e sapori di tempi mai passati, ecco che Montefalco diventa città ideale per sperimentare il Trekking Urbano in Umbria.

Questi i numerosi itinerari studiati:

  • ITINERARIO I
    Passeggiata nei luoghi storico – artistici e religiosi di Montefalco (Museo di San Francesco, Convento Santa Chiara, Convento San Fortunato)
    – Museo San Francesco : “Storia della vita di San Francesco” di Benozzo Gozzoli
    – Convento di Santa Chiara: cappella di Santa Croce e giardini interni del convento
    – Convento San Fortunato: Convento di San Fortunato e grotte
  • ITINERARIO II
    Passeggiata di scoperta di Francesco Melanzio, pittore di Montefalco
    (Museo San Francesco – Pinacoteca Civica, Oratorio Santa Maria di Piazza, Casa di Melanzio, Edicole Dipinte e Chiesa Santa Illuminata)
  • ITINERARIO III
    Passeggiata di scoperta delle fonti e fontanelle (7 fonti)
  • ITINERARIO IV
    Passeggiata tra le vigne del Sagrantino
    (Cantine Francescane, Vitigni Storici nel centro, Strade del Sagrantino)
  • TINERARIO V
    Passeggiata alla scoperta dell’antica Caccia al Bue “Fuga del Bove”
    (Quartiere Sant’Agostino, Quartiere San Francesco, Quartiere San Fortunato, Quartiere San Bartolomeo)
  • TINERARIO VI
    Da Coccorone alla Montefalco di Federico II. Passeggiata nel centro storico e lungo la cinta muraria, alla scoperta della città del XIII- XIV secolo
    (Piazza del Comune/Oratorio di Santa Maria di Piazza Porta Camiano, Porta Federico, Chiesa San Bartolomeo, Chiesa di Santa Maria dell’Addolorata, Chiesa di Sant’Agostino, Porta Sant’Agostino, Porta della Rocca)

Ritrovo degli itinerari: Complesso Museale di San Francesco
Lunghezza media: 4 km
Durata: 3 ore
Quota adesione: € 5,00
Numero massimo di partecipanti: 20 persone

I percorsi sono adatti a tutti ed a tutte le età e presentando un grado di difficoltà turistico

 

Per maggiori info e prenotazioni: Tel. 0742 379598 e-mail: montefalco@sistemamuseo.it siti web: www.museodimontefalco.it oppure  www.sistemamuseo.it

Non solo Montefalco!

Anche a Trevi è possibile aderire ad un percorso di trekking urbano appositamente studiato!! Ogni ultima Domenica del mese una scoperta di luoghi unici, ricchi di arte e storia dell’antico e suggestivo borgo di Trevi. Si parte dalla chiesa di San Francesco, con affreschi del XIV e XV secolo e il magnifico organo cosiddetto “da muro” del 1509, il più antico in Umbria. Il percorso poi si snoderà attraverso i suggestivi vicoli cittadini, offrendo la possibilità di godere della bellezza e dell’autenticità del borgo.

 

Ritrovo degli itinerari: Raccolta d’Arte di S. Francesco
Durata : 1.5 ore
Grado di difficoltà: turistico – adatto a persone di ogni età.
Quota adesione: € 5,00
Numero massimo di partecipanti: 20 persone

 

I percorsi sono disponibili su prenotazione in qualsiasi giorno (prevista quota forfait sotto 10 partecipanti di € 50.00).

 

Per informazioni e prenotazioni: Raccolta d’Arte di S. Francesco
Largo Don Bosco, 14, 06039 – Trevi (PG) – Tel. 0742 381628 – e-mail:trevi@sistemamuseo.it

Prenotando Ora il vostro soggiorno in Umbria vi assicurerete la possibilità di sperimentare questa divertente e sana forma di turismo a Montefalco e Trevi!

Mercatino delle Briciole

Il tradizionale mercatino delle Briciole di Spoleto

Antiquariato e Artigianato: Il Mercatino delle Briciole di Spoleto

Curiosi, avventori occasionali e turisti potranno girare tra le bancarelle degli oltre 100 espositori del Mercatino delle Briciole., nelle vie e nelle piazze del centro di Spoleto in:

  • Piazza Carducci
  • Viale Matteotti
  • Via Benedetto Egio
  • Piazza della Libertà
  • Via Brignone
  • Piazza Fontana
  • Corso Mazzini e via della Trattoria, con una prossima estensione anche a Piazza della Genga.

L’appuntamento con questo tradizionale e caratteristico evento spoletino è ogni seconda domenica del mese. Dalle 8 alle 20 il Mercatino vi aspetta, proponendo oggetti di vario genere e qualità: dall’antiquariato al collezionismo, da prodotti di artigianato a mobili, gioielli, libri, dipinti.

Se volete godere di un week end a Spoleto in occasione del Mercatino delle Briciole Cliccate Qui!

Mercatini dell’Antiquariato di Campello

in Umbria l'arte è anche nei famosi mercatini dell'antiquariato di Campello

Le domeniche umbre tra i mercatini dell’Antiquariato

L’Umbria è senz’altro uno dei luoghi più vivaci d’Italia per quanto riguarda l’antiquariato. Sia dal punto di vista della copiosa presenza di botteghe e laboratori di restauro che per lo svolgimento di importanti  mostre e mercatini dell’antiquariato a carattere nazionale.

Ogni prima domenica del mese a Pissignano, frazione di Campello, si svolge un Mercato dell’Antiquariato, dell’Usato e del Collezionismo che conta ormai ben 250 espositori permanenti. Per importanza e grandezza è stimata essere la 1° Fiera dell’Umbria e la 4° Fiera d’Italia di questo genere. Luogo privilegiato dove andare a caccia per cogliere occasioni irripetibili.

Ogni terza Domenica del mese presso le Fonti del Clitunno, il Piazzale di San Sebastiano accoglie il Mercatino dell’Arte e del Piccolo Artigianato. Sono presenti nel mercato oltre 30 espositori d’arte, artigianato, piccolo antiquariato e prodotti biologici. Un appuntamento da non perdere per gli amanti delle rarità, collezionisti o anche curiosi in cerca di una domenica alternativa.

In questo grande parco dei divertimenti per collezionisti di tutte le età, appassionati d’arte e turisti, i visitatori potranno girare tra le bancarelle nelle cornici suggestive delle vie e delle piazze dei centri storici umbri. Si avrà ovviamente la possibilità di curiosare, immaginare, desiderare e acquistare oggetti d’epoca e d’arte. Un modo attraente utile a scoprire ciò che dalla nostra vita quotidiana è scomparso. Un percorso di scoperta e rivalutazione gli oggetti che usavano i nostri nonni. Un viaggio nelle passate arti e mestieri che raccontano la storia degli stili di vita. Una storia contraddistinta da cambiamenti riguardanti non solo il gusto, ma le abitudini del vivere quotidiano.

Un appuntamento fra i più graditi dai collezionisti del Centro Italia ed imperdibile per quanti amano il bello e l’Introvabile.

Se anche voi siete amanti dell’antiquariato e non volete perdervi le esposizioni più famose in Italia, Prenotate Ora il vostro soggiorno a Spoleto!!

Ciclabile Assisi-Spoleto-Norcia

Percorrete in bici la ciclabile assisi spoleto norcia

La Pista Ciclabile più bella d’Italia è in Umbria. La Ciclabile Assisi Spoleto tra natura e suggestivi borghi

Sono troppe le ragioni che rendono l’Umbria tra le regioni più straordinarie d’Italia. Troppi paesaggi naturali, verdi ed incontaminati, troppi i borghi medievali in cui respirare e rivivere tradizioni secolari. L’armonico incastonarsi di vallate, boschi e fortezze, da vita ad una eterogenea ed incredibile esplosione di colori e panorami mozzafiato. In questo scenario si articolano una serie notevole di itinerari e piste ciclabili entusiasmanti. Tra questi, la meravigliosa pista ciclabile Assisi Spoleto è sicuramente la più interessante.

Un vero e proprio viaggio in Umbria lungo ben 102 km passando tra Assisi, Spoleto e Norcia. La pista ciclabile Assisi Spoleto è un punto di riferimento per appassionati di due ruote e pedali, riconosciuta dal Cosmo Bike Show 2015 come la più belle d’Italia. Battuti in quell’occasione i rinomati percorsi del cicloturismo italiano come la Dolomiti-Venezia (191 km) e la Cycling Riviera della Liguria (24 km). Il premio, nato allo scopo di valorizzare i migliori percorsi ciclo pedonali italiani ed incentivare il turismo sostenibile, è stato assegnato da una giuria presieduta dal direttore responsabile di Viaggiareinbici.com, Ludovica Casellati. Ormai da diverso tempo, tantissimi operatori del settore ed amanti cicloturisti mettono in evidenza questo straordinario itinerario, descrivendolo dettagliatamente e consigliandolo al proprio target.

Pista ciclabile Assisi Spoleto. Percorsi naturali e borghi medievali da ammirare pedalando

Con il premio “Italian Green Road Adward” la pista ciclabile Assisi Spoleto è classificata come la via verde più bella d’Italia. Un riconoscimento che fa intuire cosa aspettarsi percorrendo questo percorso in Umbria. Uno sconfinato territorio contornato di pianure e verdi colline che soprattutto in primavera regalano il loro volto più affascinante. Le peculiarità che rendono la pista ciclabile Assisi – Spoleto – Norcia così importante risiedono anche incantevoli sentieri che portano alla scoperta dei piccoli e celebri borghi medievali umbri. Durante le escursioni in mountain bike o bici su strada, partendo da Spoleto, diventa inevitabile sostare nelle seguenti località con annesse attrazioni storico – culturali:

  • Campello sul Clitunno (dal Ponte di Pissignano si raggiunge il Tempietto del Clitunno Patromonio UNESCO)
  • Trevi (da uno dei borghi più belli d’italia si può anche raggiungere la storica Torre di Montefalco)
  • Bevagna (celebre borgo dei Mestieri Medievali)
  • Foligno
  • Spello
  • Cannara (da cui proseguire in aperta campagna fino a giungere nelle splendide Santa Maria degli Angeli ed Assisi)

Un tracciato interamente pianeggiante ed adatto a tutti per 52 km di pure relax. Sempre da Spoleto parte l’altra parte della ciclabile, lungo l’ex ferrovia che collegava la città con Norcia. Un susseguirsi di viadotti e gallerie elicoidali che risalgono la montagna con pendenze non superiori al 4,5%. Un percorso ciclabile che è soprattutto un vero capolavoro ingegneristico.

La pista ciclabile Assisi Spoleto è premiata perché consente di visitare luoghi di culto, siti storici e stupendi paesaggi. Essa valorizza località note e meno note, tutte con un grandissimo potenziale per il turismo su due ruote. Non a caso sono numerosi gli eventi organizzati in Umbria su questa pista ciclabile. Ogni 25 Aprile la ciclovia ospita l’ormai classica pedalata di primavera “Spoleto in Bici”, che arriva abitualmente oltre quota 500 partecipanti. Il 22 Maggio il sentiero ha spesso l’onore di portare sulla Vecchia Ferrovia la fiaccola di Santa Rita

Per maggiori informazioni sui prossimi appuntamenti da non perdere, visitate il sito: www.laspoletonorciainmtb.it

Per tutti gli amanti della mountain bike o ciclismo su strada la Ciclabile Assisi Spoleto è una tappa irrinunciabile!

                       Prenotate qui il vostro soggiorno e iniziate il riscaldamento!